IMU: chi deve pagare e chi è escluso il 16 giugno

Chi sono i soggetti che devono pagare il prossimo 16 giugno per il primo appuntamento con l’IMU?
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 12/06/2014 Aggiornato il 12/06/2014
IMU: chi deve pagare e chi è escluso il 16 giugno

Il 16 giugno 2014 saranno chiamati a pagare l’IMU i proprietari di prime case solo se di lusso e di seconde case. Da quest’anno, con l’avvento della iuc, l’Imposta Unica Comunale, cambia la tassazione sulla casa e di conseguenza anche le regole riguardanti l’IMU, l’imposta municipale unica.

La prima novità importante riguarda l’esenzione dall’imposta per la prima casa. Dal 2014 l’Imu sulla prima casa non sarà più dovuta. Ci sono però delle eccezioni e riguardano le abitazioni cosiddette di lusso, pregio e signorili, ossia gli immobili inquadrati nelle categorie catastali A1, A8 e A9. Non essendo dovuta più l’Imu sulla prima casa, intesa come abitazione principale, di conseguenza non si dovrà pagare l’imposta neanche sulle relative pertinenze e su tutti quegli immobili che il comune può decidere di assimilare ad abitazione principale, come ad esempio l’immobile di anziani o disabili che fissano la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata o anche agli immobili in comodato e altre situazioni previste dalla legge. 

In particolare l’IMU non sarà dovuta dai proprietari di:

  • – abitazione principale e relative pertinenze (ad eccezione di quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9
  • – im
  • mobili assimilati ad abitazione principale ( su decisione del comune) come:

  • immobile posseduto a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che fissano la residenza in istituti di ricovero o sanitari – a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata;
  • immobile posseduto dai cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a  condizione che non risulti locata.
  • casa coniugale assegnata al coniuge, a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio; 
  • immobili appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari;
  • fabbricati di civile abitazione destinati ad alloggi sociali;
  • un unico immobile, iscritto o iscrivibile nel Catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, posseduto, e non concesso in locazione, dal personale in servizio permanente appartenente alle Forze armate e alle Forze di polizia ad ordinamento militare e da quello dipendente delle Forze di polizia ad ordinamento civile, nonché dal personale del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco, e dal personale appartenente alla carriera prefettizia, per il quale non sono richieste le condizioni della dimora abituale e della residenza anagrafica.

I Comuni possono equiparare all’abitazione principale le unità immobiliari concesse in comodato a parenti in linea retta entro il primo grado. Se vi sono più unità immobiliari concesse in comodato dallo stesso soggetto, l’equiparazione all’abitazione principale che permette di non pagare l’imposta è possibile solo per una sola unità immobiliare. 

Sono esenti dall’IMU anche gli immobili posseduti dallo Stato, nonché gli immobili posseduti, nel proprio territorio, dalle Regioni, dalle Province, dai Comuni, dalle Comunità montane, dai consorzi fra detti enti, ove non soppressi, dagli enti del Servizio sanitario nazionale, destinati esclusivamente ai compiti istituzionali, i terreni agricoli ricadenti in aree montane o di collina delimitate e gli immobili destinati esclusivamente allo svolgimento con modalità non commerciali di attività assistenziali, previdenziali, sanitarie, di ricerca scientifica, didattiche, ricettive, culturali, ricreative e sportive.

Sono quindi chiamati a pagare l’IMU e quindi la prima rata in scadenza il 16 giugno i proprietari di:

  • prima casa solo se di lusso o di pregio
  • seconde case

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!