Imu: abolizione della rata di giugno sulla prima casa, poi Service tax

Anticipazioni sul piano di riforma sulla tassazione della casa: l'Imu di giugno sulla prima casa è abolita, poi riforma complessiva con la Service tax di tipo federalista.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 21/08/2013 Aggiornato il 22/08/2013
Imu: abolizione della rata di giugno sulla prima casa, poi Service tax

Due miliardi per finanziare l’abolizione della rata di giugno dell’Imu sulla prima casa. Il governo disporrà lo stanziamento entro il prossimo 30 agosto, per non far scattare la clausola di salvaguardia prevista dall’articolo 2 del dl 54/2013. Tale clausola dispone che “La riforma di cui all’articolo 1 dovrà essere attuata nel rispetto degli obiettivi programmatici primari indicati nel Documento di economia e finanza 2013 come risultante dalle relative risoluzioni parlamentari e, in ogni caso, in coerenza con gli impegni assunti dall’Italia in ambito europeo. In caso di mancata adozione della riforma entro la data del 31 agosto 2013, continua ad applicarsi la disciplina vigente e il termine di versamento della prima rata dell’imposta municipale propria degli immobili di cui al medesimo articolo 1 è fissato al 16 settembre 2013”. Significa che senza riforma, la prima rata dell’Imu dovrà essere versata entro il 16 settembre 2013. Il successivo versamento di dicembre potrà invece essere evitato sostituendo l’Imu con una nuova imposta federale, gestita dai Comuni. L’idea è, dunque, di varare una Service tax già da settembre.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!