Vendere o comprare casa: la valutazione immobiliare

Elemento fondamentale, quando si decide di mettere in vendita una casa o quando se ne deve comprare una, è la valutazione immobiliare. Vediamo di cosa si tratta nello specifico e i soggetti a cui rivolgersi.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 29/08/2016 Aggiornato il 29/08/2016
rent to buy

Quando si decide di mettere in vendita una casa o anche di acquistarla è importante la valutazione. Ma che cosa è esattamente la valutazione immobiliare? E chi sono i soggetti a cui rivolgersi? Con la valutazione immobilare si può conoscere il valore in media di un immobile considerando le sue principali caratteristiche. Si parla in questo caso di valore di mercato, che viene indicato come l’importo stimato al quale un determinato immobile può essere venduto alla data della stima. Nei dettagli il valore di mercato di un immobile è dato dalla superficie commerciale, dalla quotazione al metro quadro e dai cosiddetti coefficienti di merito.

Per superficie commerciale si intende una superficie basata sulla somma delle “superfici ponderate” che compongono l’immobile e rappresenta un parametro di mercato oggettivo al quale attenersi per le valutazioni patrimoniali. In pratica, la superficie commerciale è data dalla superficie totale dell’unità immobiliare comprensiva di tutti i muri interni e i muri perimetrali, a cui andranno sommati eventuali balconi, e terrazze e/o giardini. I coefficienti di merito sono dei parametri che tengono conto dello stato dell’immobile ( se locato oppure no) di quello di conservazione ( da ristrutturare, ristrutturato o finemente ristrutturato), dall’ubicazione dell’immobile ( al primo, secondo piano, attico, ecc), dalla luminosità, dall’esposizione e vista, dagli anni dell’edificio e dal riscaldamento (autonomo, centralizzato o assente). A questi parametri poi va aggiunto il “valore a mq di zona” diversi da città a città, da quartiere a quartiere.

A stabilire il valore di mercato di un immobile è un esperto, chiamato valutatore immobiliare, un professionista che ha le competenze e gli attestati richiesti dalla legge. L’esperto valutatore deve redigere una perizia che prende il nome di rapporto estimativo. Prima però è opportuno che faccia un’accurata ispezione dell’immobile, raccogliendo tutti i dati e le caratteristiche, insieme a foto e planimetrie. Dal rapporto estimativo redatto dall’esperto si potrà conoscere il valore di mercato medio di quel dato immobile e quindi determinare il prezzo a cui poterlo o se quello già fissato dal venditore è consono al mercato attuale e fare così la scelta migliore. 

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!