Scadenze fiscali 2016: ecco le date da segnare

Tra Imu, Tasi, Irpef e 730 ecco quali sono gli appuntamenti più importanti dell’anno da segnare sul calendario.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 13/03/2016 Aggiornato il 13/03/2016
foto evocativa con casetta - quali documenti per comprare casa

Tasse sulla casa, ossia imu e tasi, ma anche Irpef e denuncia dei redditi, modello 730, ordinario e precompilato e Unico: ecco quali sono gli appuntamenti fiscali 2016 più importanti per i contribuenti.

16 giugno 2016

Il 16 giugno è l’appuntamento per le tasse sulla casa, quindi sia Imu che Tasi. Entro questa scadenza i proprietari di immobili sono tenuti al versamento della prima rata (acconto). Si ricorda che sia l’Imu che la Tasi non si pagano sull’abitazione principale e le relative pertinenze se non rientrano nelle categorie di lusso (A1, A8 e A9), mentre si pagano a prescindere dalla categoria catastale in caso di seconda casa.

Il 16 giugno è anche l’ultimo giorno utile per versare la prima rata di acconto dell’Irpef. I contribuenti che presentano la dichiarazione dei redditi da cui risulti l’obbligo di versare l’Irpef, l’Imposta sul reddito delle persone fisiche, possono scegliere infatti di pagare a rate e la prima ha scadenza proprio il 16 giugno.

7 luglio 2016

Entro questa data si deve presentare il modello 730 che può essere ordinario o in forma precompilata. In quest’ultimo caso è l’Agenzia delle Entrate che mette a disposizione dal 15 aprile – come l’anno scorso – in una specifica area del suo sito internet, il 730 già precompilato, a cui si accede utilizzando il codice Pin dei servizi telematici. Il 730 precompilato presentato direttamente attraverso l’applicazione web deve essere inviato entro il 7 luglio. Il 730 in forma ordinaria si può presentare al proprio sostituto di imposta (ossia il datore di lavoro) o al Caf o al proprio commercialista di fiducia: anche in questo caso il termine ultimo di presentazione è il 7 luglio.

30 settembre 2016

Il modello Unico persone fisiche è un modello di denuncia dei redditi unificato nel senso che consente di presentare più dichiarazioni fiscali. In particolare sono tenuti a compilarlo i contribuenti che devono presentare sia la dichiarazione dei redditi sia quella Iva. Il 30 settembre 2016 è l’ultimo giorno utile per presentare l’Unico in modalità telematica direttamente o tramite intermediario abilitato.

30 novembre 2016

Scade il termine per versare la seconda rata dell’Irpef per chi ha scelto il pagamento rateale. Se poi la misura dell’acconto così come risulta dalla dichiarazione dei redditi non supera 257,52 euro occorre effettuare un unico versamento proprio entro questa data.

16 dicembre 2016

Ultimo giorno utile per versare la seconda rata a conguaglio dell’Imu e della Tasi dovute per il 2016.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!