Nuovo modello 730/2019: ecco cosa contiene

Come ogni anno l'Agenzia delle Entrate pubblica la bozza del modello 730 contenente una serie di novità fiscali: ecco quali riguardano la casa.

Alessandra Caparello
A cura di Alessandra Caparello
Pubblicato il 15/01/2019 Aggiornato il 15/01/2019
modello 730

Anno nuovo, nuova dichiarazione dei redditi. L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato on line sul suo sito web la nuova bozza della denuncia dei redditi 2019 che recepisce una serie di novità fiscali. Vediamole da vicino.

In primis nel modello 7309/2019 trova spazio le proroga per le detrazioni per gli interventi di ristrutturazione e di riqualificazione energetica degli edifici nella misura più alta e quella per il “bonus mobili”. C’è da ricordare che tali agevolazioni sono state recentemente prorogate a tutto il 2019 dalla recente legge di bilancio.

Tra le new entry si segnala la detrazione fiscale del 19% riguardante premi per assicurazioni aventi per oggetto il rischio di eventi calamitosi stipulati per unità immobiliari a uso abitativo, il bonus verde, ossia la detrazione del 36% delle spese sostenute, nel limite massimo di 5mila euro, per interventi di sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, per gli impianti di irrigazione e per la realizzazione pozzi e di coperture a verde e di giardini pensili (anch’esso prorogato fino al 41 dicembre 2019) e la detrazione maggiorata per gli interventi effettuati sulle parti comuni degli edifici condominiali ricadenti nelle zone sismiche 1, 2 e 3 finalizzati contemporaneamente alla riduzione del rischio sismico e alla riqualificazione energetica, spettante nella misura dell’80%, se ne consegue il passaggio a una classe di rischio inferiore, ovvero dell’85%, se il passaggio è a due classi di rischio inferiori.  

 Si ricorda che il modello 730/2019 può essere presentato:

– entro il 7 luglio 2019 al sostituto d’imposta;

– entro il 23 luglio 2019 direttamente all’Agenzia delle Entrate ovvero al Caf o al professionista.

Qualora il modello venga presentato al sostituto d’imposta, il modello 730 deve essere consegnato già compilato. Se invece viene presentato tramite Caf o professionista abilitato, al momento della presentazione della dichiarazione possono essere richiesti i dati attinenti alla residenza anagrafica del soggetto dichiarante. Inoltre a  partire dal 15 aprile 2019 verrà messo a disposizione dall’Agenzia il modello 730 precompilato.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 3 / 5, basato su 2 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!