Lavori in casa: anche idraulico ed elettricista si potranno pagare con il bancomat

Dal 30 giugno artigiani e professionisti hanno l’obbligo di accettare pagamenti con bancomat e carte di credito sopra i 30 euro e quindi di avere un Pos. Ma per chi trasgredisce, niente sanzioni.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 30/06/2014 Aggiornato il 30/06/2014
Lavori in casa: anche idraulico ed elettricista si potranno pagare con il bancomat

Un idraulico o un elettricista chiamato per lavori a casa da oggi potrà essere pagato anche con bancomat o carta di credito sempre se l’intervento ha un prezzo superiore a 30 euro. Scatta oggi, lunedì 30 giugno 2014, l’obbligo per ditte individuali e professionisti di dotarsi di Pos, lo strumento per pagare con carte di credito e bancomat gli importi sopra i 30 euro. Una novità che rientra negli strumenti per lotta all’evasione fiscale e alla tracciabilità dei pagamenti, ma alcune considerazioni sono d’obbligo. Chi si reca da una professionista come un avvocato o un commercialista o chi chiama a domicilio un idraulico, per un intervento che costi più di 30 euro, può chiedere di pagare con carta di credito o bancomat. L’idraulico dal canto suo ha l’obbligo di accettare il pagamento non in contanti e quindi deve dotarsi del Pos, il dispositivo elettronico già presente negli esercizi commerciali che consente il trasferimento di denaro direttamente dal conto del cliente a quello dell’esercente o del fornitore senza che si verifichi passaggio di contante. Idraulico ma anche elettricista, antennista, falegname, manutentore di caldaia, dovranno munirsi di Pos e portarlo sempre con sé durante i lavori a domicilio. In merito, molte banche stanno mettendo a punto dei servizi per rendere più agevoli i pagamenti con il bancomat, ad esempio sfruttando le nuove tecnologie come tablet e smartphone. Più che obbligo per il cliente di pagare con il Pos, è obbligo per l’artigiano di accettare il pagamento con Pos se superiore a 30 euro. Se però l’idraulico o l’elettricista non è dotato del dispositivo elettronico, non pagherà alcuna sanzione. E il cliente non può comunque sottrarsi all’obbligo di pagare il lavoro eseguito, anche in mancanza di Pos.

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!