Energia: dal 1° giugno 2016 più veloce cambiare fornitore

Da questa data il cambio di fornitore dell’energia elettrica dovrà realizzarsi entro massimo 3 settimane. Tutta l’operazione sarà gestita dal SII, un banca dati nazionale a cui potranno attingere i vari operatori.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 18/11/2015 Aggiornato il 18/11/2015
eliminare i rumori

Sarà più facile e veloce dal 1 giugno 2016 cambiare fornitore di energia elettrica. Con la delibera 487/2015/R/eel l’Autorità per la luce e il gas ha previsto che la gestione di tutte le migrazioni avvenga in modalità centralizzata grazie al SII, il Sistema Informativo Integrato.

Quando il cliente deciderà di fare il passaggio da un fornitore ad un altro, in gergo chiamato switching, si dovrà rivolgere sempre al venditore che a sua volta si rivolgerà al Sistema Informativo Integrato, una banca dati nazionale che viene gestita da un soggetto terzo rispetto ai vari operatori e tutta l’operazione dovrà svolgersi in un tempo massimo di 3 settimane.

Obiettivo è rendere più trasparente ed efficiente lo scambio di informazioni nei settori dell’energia e del gas, garantendo ai consumatori tempi celeri e semplici per cambiare fornitore di elettricità. Al SII verrà anche attribuita la responsabilità di esecuzione del passaggio tra i gestori anche quando si richieda l’attivazione dei servizi di ultima istanza, ossia il servizio che garantisce la continuità della fornitura dell’energia elettrica per alcune tipologie di clienti che sono prive anche temporaneamente di un fornitore per ragioni indipendenti dalla loro volontà.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!