Ecobonus per tutto il 2015 per i lavori di riqualificazione energetica in condominio

La Legge di Stabilità ha prorogato fino a dicembre 2015 le detrazioni fiscali sulla casa tra cui l’ecobonus per interventi di risparmio energetico sulle parti comuni dei condomini.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 23/01/2015 Aggiornato il 23/01/2015
Ecobonus per tutto il 2015 per i lavori di riqualificazione energetica in condominio

L’ecobonus per gli interventi finalizzati al risparmio energetico che sono realizzati sulle parti comuni dei condomini avrà misura pari al 65% fino al 31 dicembre 2015, anziché terminare il 30 giugno di quest’anno. Questa è la principale novità prevista dalla Legge di Stabilità, entrata in vigore il 1 gennaio scorso per quanto riguarda gli interventi sugli edifici condominiali. La Legge in questione proroga di un altro anno le detrazioni fiscali sulla casa, quindi sia la detrazione al 50% per lavori di ristrutturazione e il correlato bonus mobili, sia quella al 65% per interventi di riqualificazione energetica, che saranno fruibili per gli interventi realizzati fino al 31 dicembre 2015. Anche per i condomini. Così ricapitolando: la disciplina precedente ha stabilito che per i lavori sulle parti comuni dei condomini, l’ecobonus dovesse essere al 65% fino al 30 giugno 2015 e poi dal 1 luglio 2015 al 30 giugno 2016 al 50%. Ora l’ecobonus anche per i lavori sui condomini, sarà al 65% per tutto il 2015. Dal 1 gennaio 2016 invece scenderà al 36%. Negli interventi per cui si ha diritto all’ecobonus al 65%, anche quelli realizzati sulle parti comuni dei condomini, la Legge di Stabilità vi fa rientrare anche l’acquisto e la posa in opera delle schermature solari fino ad un valore massimo della detrazione di 60.000 euro e di impianti dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili, fino a un valore massimo della detrazione di 30.000 euro. Attenzione infine alla ritenuta sui bonifici bancari o postali con cui sono pagate le spese di riqualificazione energetica anche sui condomini. L’aliquota è aumentata dal 4 all’8% già dal 1 gennaio 2015.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!

Concorso riparti con catrice 2020