Cedolare secca sugli affitti: in scadenza la prima rata dell’acconto

Oltre all'Imu e alla Tasi, il 16 giugno è l'ultimo giorno utile, per i proprietari di immobili concessi in locazione che hanno scelto la cedolare secca, per versare la prima rata dell'acconto dovuto con il modello F24. Ecco come e quanto si paga.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 14/06/2016 Aggiornato il 14/06/2016
Cedolare secca sugli affitti: in scadenza la prima rata dell’acconto

La cedolare secca sugli affitti è un regime fiscale opzionale previsto per chi è proprietario di un immobile e lo concede in locazione ad uso abitativo. Essa consiste in sostanza nel pagare un’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle relative addizionali per la parte di redditi che deriva al locatore dall’immobile locato. Scegliendo la cedolare secca il locatore non solo paga un’imposta sostitutiva ma è anche esonerato dal pagamento dell’imposta di registro di quella di bollo che regolarmente sono dovute per la registrazione, risoluzione o proroga del contratto di locazione visto che la scelta per tale regime può essere fatta al momento in cui si registra l’atto all’Agenzia delle Entrate o nelle annualità successive. Per il conduttore, quando il locatore sceglie la cedolare, il vantaggio è quello di poter contare su un canone di locazione che non viene aumentato visto che il proprietario dovrà rinunciare scegliendo la cedolare a chiedere per tutta la durata dell’opzione l’aggiornamento del suddetto canone anche se lo prevede il contratto.

Cedolare secca 2016: quanto si paga

Soffermandoci sull’imposta sostitutiva che si paga scegliendo la cedolare, essa ha un’aliquota pari al 21% che si applica sul canone di locazione annui. Per alcune tipologie di contratti di locazione è anche prevista un’aliquota ridotta che dal 2013 è pari al 15% e solo dal 2014 al 2017 ancor più ridotta al 10%. I contratti che possono fruire di questa riduzione sono quelli a canone concordato relativi ad immobili ubicati nei Comuni con carenze abitativa come Bari, Bologna, Catania, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino e Venezia e i Comuni confinati e in tutti quelli ad alta tensione abitativa individuati dal Cipe.

Cedolare secca: quando si paga

Il locatore paga l’imposta sostitutiva seguendo le stesse modalità e scadenze previste per il versamento dell’Irpef, l’Imposta sul reddito delle persone fisiche. In genere si paga prima un acconto, pari al 95% dell’imposta dovuta per l’anno precedente e poi il saldo.  E’ bene precisare che l’acconto non si paga per il primo anno in cui si sceglie la cedolare secca visto che si riferisce all’anno precedente. L’acconto può essere versato in un’unica soluzione entro il 30 novembre (se importo è inferiore a 257, 52 euro). Il locatore può anche scegliere il pagamento dell’acconto in due rate, di cui una in scadenza il 16 giugno e corrispondente al 40% dell’importo dovuto e l’altra in scadenza il 30 novembre per il restante 60%. Poi il saldo dovrà essere versato entro il 16 giugno dell’anno successivo, quindi quello relativo al 2016 andrà versato entro il 16 giugno 2017. Si può pagare anche un mese dopo, entro il 16 luglio insieme però ad una maggiorazione dello 0,40%.

Cedolare secca: come si paga

Come si paga l’imposta? Si deve utilizzare il modello F24, reperibile on line sul sito dell’Agenzia delle Entrate in cui vanno indicati precisi codici tributo che sono “1840” relativo alla prima rata dell’acconto, “1841” per la seconda rata dell’acconto o per chi sceglie il pagamento in un’unica soluzione e “1842” per il versamento del saldo. Il modello F24 si può pagare direttamente on line tramite i servizi di home banking o dall’applicazione web presente sul sito dell’Agenzia delle Entrate, dotati di password di accesso ad Entratel o Fisconline.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!