Bonus gas e luce: chi può avere lo sconto sulle bollette?

Le famiglie numerose e quelle a basso reddito possono avere sconti sulle bollette con i bonus da chiedere al comune. Ecco che cosa serve sapere.

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 03/05/2014 Aggiornato il 03/05/2014
Bonus gas e luce: chi può avere lo sconto sulle bollette?

Le famiglie numerose e basso reddito possono avere degli sconti sulle bollette per la fornitura di energia elettrica e di gas metano, grazie ai bonus luce e gas. Il bonus gas e il bonus luce sono delle riduzioni sulle bollette previste in favore di soggetti che si trovano in condizioni economiche svantaggiate e per famiglie numerose. Il bonus luce è previsto anche in favore di quei soggetti che, affetti da una grave malattia, devono utilizzare dispositivi e attrezzature mediche che necessitano di energia elettrica continua. Il bonus gas vale solo per il gas metano distribuito a rete e può essere richiesto da tutti i clienti domestici che hanno stipulato un contratto di fornitura diretta o con un impianto condominiale. Possono richiedere i bonus gas e luce i soggetti che presentano un Isee non superiore a:

  • 7500 euro
  • 20.000 euro per le famiglie con più di 3 figli a carico.

Il risparmio sulla bolletta con il bonus gas è del 15% sulla spesa media annua di una famiglia. Il valore del bonus però cambia a seconda di:

  • utilizzo del gas metano (se ad esempio viene utilizzato solo per la cottura di cibi e acqua calda, o insieme per cottura cibi, acqua calda e riscaldamento)
  • numero delle persone che vivono in quella casa
  • zona climatica di residenza ( il consumo di gas per riscaldamento sarà più alto al Nord che al Sud ad esempio).

A conti fatti si stima per l’anno in corso che con il bonus gas le famiglie con meno di 4 persone potranno avere un risparmio tra i 35 e i 220 euro, da 56 a 318 euro invece per i nuclei familiari composti da più di 4 persone. Con il bonus luce il risparmio stimato per il 2014 sarà:

  • per famiglia composta da 1 o 2 persone di 72 euro
  • per famiglia composta da 3 o 4 persone di 92 euro
  • per famiglia con 4 persone di 156 euro.

I bonus gas e luce hanno valenza di un anno a decorrere dal primo giorno del secondo mese successivo dall’inserimento dell’istanza nel sistema informatico del Comune. Passato un anno, il cittadino per riavere il bonus, dovrà rinnovare la richiesta di ammissione. Solo per il bonus luce erogato nei casi di grave malattia non ci saranno interruzioni, almeno fino a quando sussiste la necessità di utilizzare le apparecchiature mediche e in caso di interruzione si deve tempestivamente avvertire il Comune di residenza.

La domanda per i bonus gas e luce deve essere presentata al proprio comune di residenza o presso i CAF designati dallo stesso comune sulla base dei moduli reperibili presso gli stessi uffici comunali.

Alla richiesta vanno allegati:

  • attestazione ISEE
  • documento di identità
  • certificato agevolazione in vigore (solo per le richieste di rinnovo e di variazione di residenza)
  • autocertificazione figli a carico.

Una volta presentata la domanda al comune, quando questa viene accettata, il bonus viene direttamente applicato sulle bollette dall’impresa distributrice dopo due mesi dall’inserimento dei dati dell’istanza nel sistema informatico del Comune.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!