Superbonus al 110% sulle seconde case, oltre che sulle prime, ma con delle differenze

Condominio e edifici unifamiliari, prima e seconda casa: quando è prevista la possibilità di fruire del nuovo Superbonus al 110%? Facciamo chiarezza.
Alessandra Caparello
A cura di Alessandra Caparello
Pubblicato il 26/05/2020 Aggiornato il 26/05/2020
BONUS CONDOMINIO, LAVORI CONDOMINIALI

Il Superbonus, l’agevolazione fiscale al 110% prevista dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021, trova applicazione su una serie di interventi in casa specifici, ossia il cappotto termico e la sostituzione degli impianti di climatizzazione e i lavori di messa in sicurezza sismica.

Ma su quali tipologie di immobili si può godere della maxi detrazione? Sulle prime e/o sulle seconde case?

Superbonus seconde case?

Il Decreto Rilancio prevede che possono godere del Superbonus:

  • condomìni
  • persone fisiche, al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arti e professioni, su unità immobiliari diverse da edifici unifamiliari non adibiti ad abitazione principale.

Stante la lettura della norma del provvedimento, il Superbonus è ammesso sempre su unità immobiliari adibite ad abitazione principale. Per quanto riguarda invece le seconde case, se queste fanno parte di un condominio, l’aliquota al 110% è ammessa, mentre non lo è in caso di villette unifamiliari (edifici unifamiliari) qualificate come seconde case.

 

Prima casa, seconda casa, abitazione principale: quali le differenze

Si sente parlare spesso di prima casa, ma la definizione corretta è quella di abitazione principale. Per abitazione principale si intende l’immobile (iscritto o iscrivibile nel catasto) in cui il possessore o l’utilizzatore, insieme al suo nucleo familiare, dimora abitualmente e risiede anagraficamente. Perché sia “Abitazione principale” si devono presentare contemporaneamente 3 condizioni:

  • il possesso/proprietà (o altro titolo reale quale ad esempio l’usufrutto o il diritto di abitazione);
  • la residenza anagrafica;
  • la dimora abituale intesa come elemento che sussiste continuativamente nel tempo.

Si parla di seconda casa al contrario per indicare quell’immobile ad uso abitativo dove una persona risiede in maniera occasionale.

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 4.43 / 5, basato su 14 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!