Bollo auto, IVA, canone rai: quali le scadenze fiscali di febbraio 2016?

Quali sono le scadenze fiscali per il mese di febbraio? Dal bollo auto al ravvedimento per le imposte non versate, fino al canone Rai per alcuni casi specifici.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 30/01/2016 Aggiornato il 30/01/2016
ora solare

Si comincia con il canone rai per alcuni specifici soggetti e si prosegue con bollo auto, imposte di registro per i contratti di locazione e Iva… Ecco le principali scadenze fiscali del mese di febbraio 2016 per le persone fisiche e le imprese.

1 febbraio

  • Bollo auto e moto: i proprietari di auto con potenza superiore ai 35 kw con bollo scadente a dicembre 2015 devono provvedere a pagare le tasse automobilistiche tramite bollettino di conto corrente postale, presso gli uffici dell’Aci, tabaccherie autorizzate e agenzie di pratiche auto.
  • Imposta di registro per contratti di locazione: i titolari di contratti di locazione devono provvedere al versamento dell’imposta di registro relativa a contratti nuovi o rinnovati tacitamente con decorrenza dal 1 gennaio 2016. Se la registrazione è avvenuta telematicamente, il pagamento dell’imposta di registro avviene contestualmente alla registrazione (la scadenza non riguarda i contratti di locazione per cui si è optato per il regime della cedolare secca). Il pagamento deve essere effettuato con il modello F24 Elide usando degli specifici codici tributo (“1500” in caso di prima registrazione, “1501” in caso di annualità successive, “1502” per cessioni di contratto, “1503” in caso di risoluzione del contratto, “1504” in caso di proroghe del contratto).
  • Canone Rai: per i soggetti che sono titolari di un abbonamento alla radio o alla televisione ma che non sono intestatari di un’utenza per la fornitura di energia elettrica nel luogo in cui hanno la residenza anagrafica, il canone Rai si dovrà pagare entro il 1 febbraio con il bollettino di conto corrente postale n. “3103” presso gli uffici postali, tabaccherie autorizzate oppure tramite Bancomat o carta di credito utilizzando servizi via internet. Da quest’anno il canone di abbonamento alla televisione si pagherà nella bolletta della luce riferita all’abitazione principale in cui si ha la residenza anagrafica, con importo ridotto a 100 euro. Il canone si pagherà solo per la prima casa e solo per quest’anno l’addebito sarà nella prima bolletta emessa dal mese di luglio. Poi dal 2017 l’addebito avverrà direttamente da gennaio con l’emissione della fattura generalmente bimestrale.

15 febbraio

  • IVA: i commercianti devono procedere alla registrazione delle operazioni effettuate nel mese di gennaio per le quali è stato rilasciato lo scontrino o la fattura (registrazione corrispettivi), nonché devono annotare in un unico documento riepilogativo le fatture di importo inferiore a 300 euro emesse nel mese di gennaio (riepilogo fatture vendita).

16 febbraio

  • Adempimenti Iva: un’altra importante scadenza che riguarda i contribuenti soggetti all’Iva, l’imposta sul valore aggiunto che devono versare l’imposta dovuta per il mese di gennaio utilizzando il modello F24 telematico.

17 febbraio 2016

  • Ravvedimento: ultimo giorno utile per sanare la propria posizione e versare le imposte non pagate o versate in maniera insufficiente, come Irpef, Ires e Iva. Insieme all’importo dell’imposta occorre pagare anche gli interessi legali e la sanzione ridotta, tramite il modello F24 presso banche, agenzie postali e agenti della riscossione.
Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!