730 e Unico: le dichiarazione dei redditi 2015 per i lavoratori

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 01/04/2015 Aggiornato il 01/04/2015

Che differenza c’è tra 730 e Unico? Chi deve presentare l’uno e chi l’altro? Quali sono le scadenze previste per il 2015? Ecco le risposte ai dubbi più frequenti.

730 e Unico: le dichiarazione dei redditi 2015 per i lavoratori

Lavoratori dipendenti e pensionati devono dichiarare annualmente al Fisco i redditi percepiti. Sono due i modelli di dichiarazione che vengono usati: il classico 730, che da quest’anno può essere precompilato, e l’UNICO PF (Persone fisiche). Cerchiamo di capire a cosa serve l’uno e l’altro e le scadenze previste per quest’anno.

La dichiarazione dei redditi per antonomasia è il 730, usato dai lavoratori dipendenti e dai pensionati; come vantaggio principale per il contribuente l’erogazione dei rimborsi fiscali, calcolati nella dichiarazione dei redditi, direttamente nella busta paga o nella pensione mensile.

Al fine di semplificare la vita dei contribuenti, dal 15 aprile prossimo, in un’area dedicata del sito dell’Agenzia delle entrate, dotato di codice PIN, il lavoratore o pensionato potrà accedere al 730 precompilato. Precompilato perché è il Fisco stesso che indicherà i dati in suo possesso nella dichiarazione dei redditi come gli interessi passivi, premi assicurativi e contributi previdenziali, ma non le spese mediche almeno per quest’anno, con cui avere gli sconti fiscali. Chi volesse continuare a usare il classico 730 potrà farlo, visto che non è obbligatorio usare quello precompilato.

Il 730 può essere usato dai lavoratori o pensionati che nel 2014 hanno percepito redditi di lavoro dipendente, di terreni e fabbricati, anche situati all’estero, di capitale e di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la partita Iva. Il modello può essere presentato al sostituto d’imposta che presta l’assistenza fiscale (il proprio datore di lavoro o ente previdenziale di appartenenza come l’INPS) oppure ad un CAF o al professionista abilitato di fiducia, come il commercialista. Per dichiarare i redditi 2014, la scadenza per la presentazione del 730/2015, sia che si presenti al sostituto d’imposta (in questo caso deve essere già compilato dal contribuente) sia in quello di presentazione al CAF o al professionista (che prestano assistenza per la compilazione della dichiarazione) è il 7 luglio 2015.

I lavoratori dipendenti presentano invece che il 730, il modello UNICO PF quando percepiscono redditi d’impresa, di lavoro autonomo e siano possessori di partita IVA. In particolare l’UNICO è usato quando il contribuente deve dichiarare e versare tributi come l’IVA e l’IRAP, l’Imposta Regionale sulle attività produttive, non risiede in Italia da almeno due anni o ancora deve presentare la dichiarazione per conto di altri soggetti deceduti. È un modello unificato che permette di presentare più dichiarazioni fiscali. La scadenza del modello Unico è il 30 settembre 2015, da presentare all’Agenzia delle entrate in via telematica.