Professionisti e autonomi: come chiedere i prestiti fino a 25.000 euro garantiti dallo Stato

Per favorire la ripartenza del sistema produttivo italiano in stallo a seguito dell'emergenza Coronavirus, è stata introdotta una misura a supporto di imprese, artigiani, autonomi e professionisti che richiedono prestiti.
Alessandra Caparello
A cura di Alessandra Caparello
Pubblicato il 11/05/2020 Aggiornato il 11/05/2020
Iva e detrazioni fiscali casa

Con la chiusura degli uffici e delle attività causa lockdown in molti si sono ritrovati in grande difficoltà. Proprio a supporto di imprese, artigiani, autonomi e professionisti è prevista la possibilità di richiedere la garanzia statale sui prestiti favorendo così la ripartenza del sistema produttivo italiano dopo l’emergenza Coronavirus.

Garanzia statale su prestiti: di cosa si tratta

Il D.L. 23/2020, conosciuto come Decreto liquidità, ha introdotto la possibilità di ottenere prestiti fino a 25.000 con garanzia statale ossia quella fornita dal fondo Garanzia per le Pmi in favore di piccole e medie imprese e di persone fisiche esercenti attività di impresa, arti o professioni la cui attività d’impresa è stata danneggiata dall’emergenza COVID-19.

In particolare i prestiti richiesti avere una durata fino a 6 anni (72 mesi) e prevedere un periodo di pre-ammortamento di 24 mesi (si pagano solo gli interessi in questo arco temporale).

La garanzia che si può chiedere al Fondo di Garanzia Pmi può essere in misura pari:

  • al 100% per i prestiti di importo non superiore al 25% dei ricavi fino a un massimo di 25.000 euro
  • al 100% (di cui 90% stato e 10% confidi) per i prestiti di importo non superiore al 25% dei ricavi fino a un massimo di 800.000 euro
  • garanzia al 90% per i prestiti fino a 5 milioni di euro.

La garanzia statale è automatica e senza valutazione del Fondo  che in pratica accetta automaticamente le domande presentate da banche, confidi e altri intermediari finanziari. Sono questi ultimi infatti a chiedere la garanzia statale sul prestito al Fondo.

Come ottenere la garanzia

Il primo passo da compiere per l’artigiano o il professionista è quindi ottenere il prestito dalle banche, che non sono vincolate a concederlo e che possono comunque effettuare la loro istruttoria.

Una volta ottenuto il prestito, si dovrà scaricare il modulo,Modulo garanzia prestiti con la richiesta della garanzia statale, dal sito www.fondidigaranzia.it, compilarlo e inviarlo alla banca attraverso una semplice e-mail con allegato un documento di riconoscimento in corso di validità. La banca provvederà poi a inserire i dati per la richiesta sul portale del Fondo, il quale darà riscontro della presa in carico della pratica. A quel punto la banca potrà procedere all’erogazione del finanziamento senza attendere l’ammissione della domanda al Fondo.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 3.67 / 5, basato su 3 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!