Mutui prima casa: ampliata la platea dei beneficiari della sospensione

Come previsto dalla Conversione in legge del cosiddetto 'decreto Liquidità, è stata ampliata la platea dei beneficiari della sospensione delle rate del mutuo per l'acquisto della prima casa.
Alessandra Caparello
A cura di Alessandra Caparello
Pubblicato il 05/05/2020 Aggiornato il 05/05/2020
mutuo immobiliare

Per fronteggiare l’emergenza Coronavirus e le conseguenti difficoltà economiche con il lockdown e la chiusura di molte attività commerciali, sono state adottate varie misure tra cui la possibilità di chiedere la sospensione delle rate del mutuo per l’acquisto della prima casa.

Sospendere le rate del mutuo: chi e come può farlo

Il decreto Cura Italia ha precisato che possono fruire del provvedimento i lavoratori dipendenti e anche gli autonomi (nello specifico: lavoratori dipendenti, collaboratori, parasubordinati e Partite Iva) che possono avanzare richiesta di sospensione senza alcun limite di reddito determinato dall’Isee.  Tali soggetti possono avanzare richiesta di sospensione della rata del mutuo in caso di:

  • cessazione del lavoro subordinato a tempo indeterminato o determinato
  • cassa integrazione superiore ai 30 giorni;
  • cessazione del lavoro parasubordinato o di rappresentanza commerciale o di agenzia;
  • morte o riconoscimento di grave handicap o di invalidità civile oltre l’80;
  • per i lavoratori autonomi, riduzione del fatturato di oltre il 33% dal 21/2/2020.

La sospensione è valida per un periodo massimo di 18 mesi e  limitata ai soli mutui per l’acquisto della prima casa e per immobili di valore non superiore ai 250.000 euro.

Come previsto dalla Conversione in legge del cosiddetto ‘decreto Liquidità ‘, ovvero la legge 27/2020 pubblicata in Gazzetta Ufficiale, vengono ora ammessi alla sospensione:

  • mutui di importo fino a 400.000 mila
  • mutui concessi per il tramite del Fondo di garanzia per l’acquisto dei mutui prima casa, gestito da CONSAP spa.

Di conseguenza è disponibile un nuovo modulo per chiedere la sospensione.  Una volta compilato deve essere presentato alla propria banca, la quale, a sua volta, sottoporrà a Consap la richiesta per approvazione.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!