Modello 730 e Redditi Persone fisiche: quale dichiarazione

Chi può presentare il modello 730 e chi il modello Redditi? E che fine ha fatto l'Unico?

Alessandra Caparello
A cura di Alessandra Caparello
Pubblicato il 10/05/2019 Aggiornato il 10/05/2019
730/2019

Modello 730, ordinario, precompilato, Unico, Modello Redditi: facciamo il punto su cosa sono e chi deve presentare un tipo di dichiarazione dei redditi o l’altra.

Modello 730 2019: ordinario o precompilato la scelta è del contribuente

Il 730 è il modello per la dichiarazione dei redditi dedicato ai lavoratori dipendenti e pensionati che presenta diversi vantaggi tra cui che il contribuente non deve eseguire calcoli e ottiene il rimborso dell’imposta direttamente nella busta paga o nella rata di pensione. Al contrario se  deve versare delle somme, queste vengono trattenute dalla retribuzione o dalla pensione direttamente nella busta paga.

Da qualche anno l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione, in una specifica area del suo sito internet, il modello 730 già precompilato, così chiamato perché esso contiene già alcuni dati da cui ottenere le detrazioni fiscali, dalle spese sanitarie a quelle universitarie, dalle spese funebri ai premi assicurativi, dai contributi previdenziali ai bonifici per interventi di ristrutturazione edilizia e di riqualificazione energetica, e altro ancora, che poi il contribuente potrà integrare o modificare on line. Chi accetta online il 730 precompilato senza apportare modifiche non dovrà più esibire le ricevute che attestano oneri detraibili e deducibili e non sarà sottoposto a controlli documentali. Il 730 potrà poi essere accettato/integrato e inviato direttamente via web a partire dal 2 maggio e fino al 23 luglio

La scelta tra utilizzare il 730 ordinario o quello precompilato è rimessa al singolo contribuente.

Chi può presentare il 730

Possono utilizzare il modello 730/2019 i contribuenti che nel 2018 hanno percepito:

  • redditi di lavoro dipendente e redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente (per esempio contratti di lavoro a progetto)
  • redditi dei terreni e dei fabbricati
  • redditi di capitale
  • redditi di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la partita Iva (per esempio prestazioni di lavoro autonomo non esercitate abitualmente)
  • redditi diversi (come redditi di terreni e fabbricati situati all’estero)
  • alcuni dei redditi assoggettabili a tassazione separata, indicati nella sezione II del quadro D.

Possono presentare il modello 730, anche in assenza di un sostituto d’imposta tenuto a effettuare il conguaglio, i contribuenti che nel 2018 hanno percepito:

  • redditi di lavoro dipendente
  • redditi di pensione
  • alcuni redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente e che nel 2019 non hanno un sostituto d’imposta che possa effettuare il conguaglio (in questo caso nel riquadro “Dati del sostituto d’imposta che effettuerà il conguaglio” va barrata la casella “Mod. 730 dipendenti senza sostituto”).

 

Dichiarazione Redditi Persone fisiche 2019

Prima c’era il modello Unico mentre oggi si chiama mod. REDDITI PF ed è una dichiarazione unificata e deve essere utilizzata dai contribuenti non titolari di P.Iva che permette di presentare la dichiarazione dei redditi per le persone fisiche.

Nel dettaglio sono tenuti ad utilizzare il modello Redditi Persone fisiche i contribuenti che:

  • nell’anno precedente (cioè, quello oggetto di dichiarazione) hanno posseduto redditi d’impresa, anche in forma di partecipazione, redditi di lavoro autonomo per i quali è richiesta la partita Iva, redditi “diversi” non compresi fra quelli dichiarabili con il modello 730, plusvalenze derivanti dalla cessione di partecipazioni qualificate o derivanti dalla cessione di partecipazioni non qualificate in società residenti in Paesi o territori a fiscalità privilegiata, i cui titoli non sono negoziati in mercati regolamentati, redditi provenienti da “trust”, in qualità di beneficiario
  • nell’anno precedente e/o in quello di presentazione della dichiarazione non risultano residenti in Italia
  • devono presentare anche una delle dichiarazioni: Iva, Irap, Modello 770
  • devono presentare la dichiarazione per conto di contribuenti deceduti.

Il modello deve essere presentato, in via telematica, entro il 30 settembre 2019 altrimenti in forma cartacea presso gli uffici postali, tra il 2 maggio e il 1 luglio 2019.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 1 / 5, basato su 1 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!