Piano Casa 2014 in corsa per l’approvazione

Piano Casa congelato dalla commissione Bilancio. Il decreto deve essere approvato dal Senato il 13 maggio; poi corsa alla Camera che deve approvarlo entro il 27 maggio, pena la sua decadenza.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 10/05/2014 Aggiornato il 10/05/2014
Piano Casa 2014 in corsa per l’approvazione

Mancano le coperture. Dopo aver approvato una serie di emendamenti al Piano Casa, la commissione di Bilancio al Senato ha congelato le principali modifiche al testo di Governo, il quale dovrà decidere se effettivamente esistono gli spazi di manovra. Martedì 13 maggio è atteso il via libera dell’Aula del Senato, dopodiché il decreto deve essere approvato anche dalla Camera entro il 27 maggio, altrimenti decadrà. La commissione Lavori pubblici si è impegnata a cercare di recuperare i fondi necessari per le modifiche e a riformulare alcune proposte. Sotto esame sono in particolare l’eliminazione dei vincoli del Bonus mobili, il canone concordato con imu ridotta allo 0,4% (con la facoltà per i sindaci di adeguare l’aliquota sia verso l’alto sia verso il basso di 0,3 punti), il maxi sconto Irpef a tutti gli inquilini a basso reddito, l’introduzione della cedolare secca al 10% per i Comuni in stato di calamità. Non dovrebbero esserci problemi, invece, per il divieto di allacciamento delle utenze a chi occupa alloggi abusivamente, nei confronti dei quali viene cancellata per 5 anni la possibilità di entrare nelle liste per l’assegnazione delle case popolari.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!