IMU seconda rata 2018: in scadenza a dicembre

Ultimo appuntamento dell'anno il 17 dicembre, con la seconda rata IMU 2018: chi paga e chi no, come si calcola e come si versa.

Alessandra Caparello
A cura di Alessandra Caparello
Pubblicato il 09/12/2018 Aggiornato il 09/12/2018
scontrino digitale

Lunedì 17 dicembre è l’ultimo giorno utile per pagare la seconda rata dell’IMU. Il termine per legge è il giorno 16 ma essendo il 16 domenica, la scadenza slitta al lunedì successivo.

IMU seconda rata 2018: chi paga e chi no

A pagare sono i proprietari di prime case se sono di lusso o di pregio (categorie catastali A1, A8 e A9) e seconde case a prescindere dalla categoria catastale. In alcuni casi poi sono previsti sconti come il taglio del 50% della base imponibile su cui calcolare il tributo per l’immobile concesso in comodato d’uso gratuito ad un parente in linea retta entro il primo grado. Esente invece dal pagamento la casa coniugale assegnata al coniuge, a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio.

IMU seconda rata 2018: come si calcola e come si paga

Per calcolare l’importo da pagare prima occorre verificare se sul sito del proprio Comune di residenza sono state pubblicate delibere con aggiornamento delle aliquote IMU per il 2018. Il calcolo per la seconda rata difatti deve essere eseguito a saldo dell’imposta dovuta per l’intero anno, con eventuale conguaglio sulla prima rata versata, sulla base delle delibere pubblicate nel corso dell’anno dal Comune in un’apposita sezione del sito del Dipartimento delle Finanze. Avute le aliquote, occorre poi individuare la base imponibile – rendita catastale dell’immobile rivalutata del 5% – e poi moltiplicare i coefficienti previsti per legge (160 per le abitazioni). Il pagamento si può fare con modello F24, reperibile on line gratuitamente dal sito dell’Agenzia delle Entrate o presso gli sportelli abilitati in cui va indicato il codice tributo “3912” per l’abitazione principale e relative pertinenze, oppure con bolelttino di conto corrente postale con numero di conto corrente “1008857615”, valido su tutto il territorio nazionale e intestato a “Pagamento Imu”.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!
Tags:imu