Imu e Tasi 2019: in scadenza oggi 17 giugno il doppio acconto

Prima scadenza dell'anno con le tasse sulla casa: lunedì 17 giugno è l'ultimo giorno utile per pagare il doppio acconto Imu e Tasi 2019.

Alessandra Caparello
A cura di Alessandra Caparello
Pubblicato il 17/06/2019 Aggiornato il 19/06/2019
imu e tasi

Lunedì 17 giugno scade il termine per pagare il doppio acconto dovuto per il 2019 dell’Imu e della Tasi, le due imposte sulla casa introdotte insieme alla Tari, la tassa sui rifiuti, con la IUC.

Imu e Tasi 2019

L’Imu è l’imposta municipale propria sugli immobili che ha sostituito l’Ici, mentre la Tasi è il tributo comunale sui servizi indivisibili. Entrambe non sono dovute sull’abitazione principale a patto che non rientri nelle categorie catastali A1 (abitazioni di tipo signorile), A8 (ville) e A9 (castelli e palazzi di eminenti pregi artistici o storici). Bisogna fare una distinzione tra prima casa e abitazione principale, che nel gergo comune vengono molto spesso assimilate, ma in realtà hanno un significato diverso sul piano normativo e fiscale. Il concetto di prima casa riguarda principalmente il possesso dell’immobile e delle relative pertinenze, mentre quello di abitazione principale si riferisce all’ambito di gestione dell’immobile. Per abitazione principale invece si intende l’immobile, iscritto o iscrivibile in catasto, nel quale il possessore e la sua famiglia dimora abitualmente e risiede anagraficamente.

A differenza dell’Imu che è dovuta solo dal possessore di casa, la Tasi deve essere versata anche da chi occupa l’immobile quindi in caso di locazione dall’inquilino. Se però quest’ultimo abbia adibito l’immobile in locazione ad abitazione principale e sempre che non si tratti di un immobile di lusso o di pregio, non dovrà pagare la sua quota di Tasi, solitamente tra il 10 e il 30%.

In caso di separazione legale e divorzio, la casa coniugale assegnata al coniuge è esente da Imu e Tasi perché considerata abitazione principale di quest’ultimo. Se hai parenti anziani o disabili che hanno portato la loro residenza in istituti di ricovero o sanitari, potresti non dover pagare l’Imu e la Tasi sulla casa di proprietà lasciata vuota da questi soggetti. Questo perché il tuo Comune potrebbe aver deciso di trattare queste situazioni allo stesso modo delle abitazioni principali. Ovviamente la casa non deve essere stata affittata.

Sulle seconde case le tasse si pagano sempre indipendentemente dalla categoria catastale.

Come si paga il doppio acconto

Con bollettino o modello F24, il doppio acconto dell’Imu e della Tasi si può pagare negli uffici postali o allo sportello bancario. È possibile pagare l’F24 anche online, sul sito dell’Agenzia delle Entrate, su quello di Poste Italiane o tramite i servizi di home banking predisposti dai vari istituti di credito.

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 5 / 5, basato su 1 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!