Imu e Tasi 2018: chi non paga e chi paga con lo sconto

Alessandra Caparello Pubblicato il Aggiornato il 05/08/2018

In vista della scadenza di lunedì 18 giugno ecco tutti i casi in cui non si devono pagare gli acconti dell'Imu e della Tasi dovuti per il 2018 e i casi in cui ci sono sconti.

Il  prossimo 18 giugno scade il termine per pagare la prima rata dell’Imu e della Tasi 2018. Come per gli altri anni, anche stavolta non si pagano le tasse se riferite all’abitazione principale che non sia né di lusso, né di pregio. Inoltre ci sono anche altri casi di esenzione nonché di sconti per il pagamento. Vediamo quali sono.

Esenzione Imu e Tasi 2018

Abbiamo detto che la prima rata dell’Imu e della Tasi 2018 non sono dovute in caso di abitazione principale non di lusso o di pregio – quindi che non rientra nelle categorie A1,A8 e A9. Per abitazione principale si intende l’immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, “nel quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente”. C’è da precisare che nel caso in cui i componenti del nucleo familiare abbiano stabilito la dimora abituale e la residenza anagrafica in immobili diversi situati nel territorio comunale, l’esenzione Imu e Tasi per l’abitazione principale in relazione al nucleo familiare si applica per un solo immobile.

La prima rata Imu e Tasi non sono dovute – sempre che l’immobile non sia classificato nelle categorie catastali A1/A8/A9 – neanche in caso di:

  • unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari, ivi incluse le unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa destinate a studenti universitari soci assegnatari, anche in deroga al richiesto requisito della residenza anagrafica;
  • fabbricati di civile abitazione destinati ad alloggi sociali
  • la casa coniugale assegnata al coniuge, a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio;
  • un unico immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, posseduto, e non concesso in locazione, dal personale in servizio permanente appartenente alle Forze armate e alle Forze di polizia ad ordinamento militare e da quello dipendente delle Forze di polizia ad ordinamento civile, nonché dal personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, dal personale appartenente alla carriera prefettizia, per il quale non sono richieste le condizioni della dimora abituale e della residenza anagrafica;
  • una sola unità immobiliare posseduta dai cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato e iscritti all’Anagrafe degli italiani residenti all’estero (AIRE), già pensionati nei rispettivi Paesi di residenza, a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a condizione che non risulti locata o data in comodato d’uso.
Sconti Imu e Tasi 2018

Passando ai casi in cui si pagano le imposte in misura ridotta- o meglio la base imobilibnibile su cui poi verrà calcolzata l’imosta è ridotta del 50% – in caso di immobile adibito ad abitazione principale concesso dal soggetto passivo in comodato ai parenti in linea retta di primo grado che la utilizzano come abitazione principale. La riduzione del 50% della base imponibile non vale per le abitazioni classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9. Inoltre affinchè operi lo sconto è necessario che ricorrano le seguenti condizioni:

  • il contratto di comodato sia registrato;
  • il comodante possieda un solo immobile in Italia;
  • il comodante risieda anagraficamente nonché dimori abitualmente nello stesso comune in cui è situato l’immobile concesso in comodato.

La riduzione della base imponibile si applica anche nel caso in cui il comodante oltre all’immobile concesso in comodato possieda nello stesso comune un altro immobile adibito a propria abitazione principale, ad eccezione delle unità abitative classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9.

 

Tags: