Bollette del telefono mensili e non più a 28 giorni. Facciamo il punto

Da quest'anno la fatturazione delle bollette del telefono torna mensile e non più a 28 giorni come previsto negli ultimi tempi dagli operatori, ma i rincari sono dietro l'angolo e vi spieghiamo perché.
Alessandra Caparello
A cura di Alessandra Caparello
Pubblicato il 02/03/2018 Aggiornato il 05/08/2018
bollette del telefono

Torna la fatturazione mensile per le bollette del telefono, fisso e mobile non più a 28 giorni. A prevederlo l’ultima Legge di bilancio che ha stabilito che entro il prossimo 5 aprile scatta l’obbligo per le compagnie di telecomunicazioni di ripristinare l’invio della bolletta ogni mese.

È da circa due anni che nel nostro paese si era diffuso il sistema di fatturazione settimanale, con bollette emesse ogni 28 giorni. Così Tim ha reso noto che applicherà la fatturazione mensile dal prossimo 5 marzo per la telefonia mobile e dal 1° aprile per la fissa. Vodafone effettuerà il passaggio dai 28 giorni alla bolletta mensile dal 25 marzo per i clienti che hanno la ricaricabile e dal 5 aprile per chi ha sottoscritto abbonamenti familiari o aziendali. Tra il 24 marzo e il 5 aprile anche Wind Tre procederà alla riattivazione del sistema mensile. E così via le altre compagnie che dai propri siti internet hanno indicato ai consumatori la data prevista per il ritorno alle bollette mensili.

L’AgCom, l’Agenzia delle comunicazioni inoltre ha imposto alle compagnie telefoniche di restituire le somme non dovute dal 23 giugno 2017 e il saldo dovrà essere accreditato nella prima fattura mensile, quindi in primavera.

La fatturazione ogni 4 settimane aveva di fatto creato una “tredicesima” bolletta annuale per i consumatori, ora invece con la fatturazione mensile si ritorna ai 12 canoni di pagamento annuali ma, come denunciano le associazioni dei consumatori, vi è un aumento dello stesso canone. Questo perché se le compagnie spiegano che la “modifica non comporterà alcuna variazione della sua spesa complessiva annuale”, il canone mensile risulterà maggiorato dell’8,6% “per effetto della divisione della spesa annuale per 12 anziché per 13 mensilità (l’8,6% è la  percentuale in più che le società telefoniche incassavano con le bollette a 28 giorni).

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!