Accendere un mutuo con il Fondo di garanzia dello Stato

Come si fa ad accendere un mutuo con il Fondo di garanzia statale? Ecco chi e come può farlo e quali requisiti e condizioni occorre rispettare secondo la legge.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 27/01/2017 Aggiornato il 27/01/2017
volontariato Covid-19

Il mutuo con il Fondo di garanzia è un’importante opzione per i giovani, ma vediamo che cos’è e chi ne può usufruire. La casa è il bene più amato dagli italiani e anche il più difficile da acquistare specie per le categorie che hanno più difficoltà ad accendere un mutuo, soprattutto per chi non ha un lavoro fisso o ha contratti atipici. Oggi il Fisco fornisce una serie di benefici e agevolazioni per chi si appresta ad acquistare l’abitazione principale, in primo luogo la cosiddetta agevolazione prima casa.

Accendere un mutuo con il Fondo di garanzia

Chi non ha abbastanza liquidità per comprare casa una delle strade da percorrere è quella di accendere un mutuo ma la precarietà dei contratti di lavoro rende difficile specie per i giovani accendere un finanziamento con una banca non potendo offrire garanzie adeguate. Ed è per questa esigenza che nasce il Fondo di garanzia per l’acquisto della prima casa che permette di chiedere mutui ipotecari per un importo fino a 250mila euro avvalendosi delle garanzie offerte dallo Stato che coprono metà dell’importo. Il Fondo di garanzia è stato istituito presso il Ministero dell’economia e delle finanze e offre garanzie statali pari al 50% della quota capitale del mutuo richiesto per acquistare la prima casa.

Chi e come può accendere un mutuo con il Fondo

Possono accedere al Fondo:

  • le giovani coppie di cui almeno uno dei due componenti non abbia superato i 35 anni di età
  • giovani di età inferiore ai 35 anni che siano titolari di un rapporto di lavoro atipico
  • nuclei familiari monogenitoriali con figli minori
  • soggetti che vivono in alloggi di proprietà degli IACP, Istituti Autonomi Case Popolari.

Accedendo al Fondo, la banca garantita dallo Stato non può richiedere al richiedente il mutuo ulteriori garanzie personali come ad esempio quelle dei genitori o parenti, oltre all’ipoteca e all’eventuale assicurazione.

Per quali immobili si può chiedere l’accesso al Fondo? Deve trattarsi della prima casa, intesa come l’abitazione principale in cui si risiede insieme alla propria famiglia, e non deve avere le caratteristiche di lusso (A1, A8 e a9). Caratteristica peculiare per poter chiedere l’accesso alla garanzia del Fondo è quella di non essere proprietari di altri immobili ad uso abitativo salvo quello ottenuti per successione a causa di morte e che siano in uso a titolo gratuito a  genitori o fratelli.

Come si accede al Fondo di garanzia? Va presentata una domanda direttamente alla banca che aderisce all’iniziativa  e il ci elenco si trova sul sito del Ministero dell’economia e delle finanze. La banca fornirà l’apposita modulistica da compilare oppure basterà scaricarla dal sito della banca o del Ministero. (www.dt.mef.gov.it).

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!