XXVI Compasso d’Oro: da quest’anno premi assegnati nel nuovo ADI Design Museum

Assegnati i riconoscimenti dello storico premio nel nuovo ADI Design Museum, in piazza Compasso d’Oro
Architetto Marcella Ottolenghi
A cura di Architetto Marcella Ottolenghi
Pubblicato il 03/10/2020 Aggiornato il 05/10/2020
XXVI Compasso d’Oro: da quest’anno premi assegnati nel nuovo ADI Design Museum

I riconoscimenti del XXVI Compasso d’Oro, il più importante premio italiano al design, sono stati per la prima volta assegnati nel posto giusto: il nuovo ADI Design Museum milanese, che aprirà le porte al grande pubblico alla fine di quest’anno, in piazza del Compasso d’Oro. Una sede speciale, svelata in anteprima per questo appuntamento, che intende diventare punto di riferimento per il mondo del progetto, nazionale e non solo.

La giuria del premio, presieduta dal designer Denis Santachiara e composta da Luca Bressan, Virginio Briatore, Jin Kuramoto, Päivi Tahkokallio, ha assegnato 18 riconoscimenti ad altrettanti progetti degni di nota, più nove Compassi d’Oro alla carriera e tre alla carriera internazionale (ai progettisti Emilio Ambasz, Nasir e Nargis Kassamali, Jasper Morrison).

Il nuovo premio alla carriera di un prodotto

Novità di quest’anno il premio alla carriera di un prodotto, che va cioè a quegli oggetti il cui disegno ha portato successo e durata nel tempo: evergreen ancora felicemente presenti nei cataloghi delle aziende produttrici, che non smettono di incantare e di essere scelti. Non per nulla, ad inaugurare la sezione sono stati tre mitici pilastri della storia del design, come la lampada Arco dei fratelli Castiglioni (progettata nel 1962) per Flos; il letto Nathalie di Vico Magistretti (1978) per Flou; la poltrona Sacco di Piero Gatti, Cesare Polini, Franco Teodoro (1968) per Zanotta.

Tre priorità: sviluppo, sostenibilità, responsabilità

Sviluppo, sostenibilità, responsabilità sono i termini scelti per questo XXVI Compasso d’Oro, “tre priorità, secondo il presidente ADI Luciano Galimberti, che non possono più essere affrontate separatamente, anzi, che rappresentano una complessità originale”. In cui i concetti si intrecciano per dar vita a prodotti belli, utili, sostenibili. Per sottolineare la virata ecologista, diciotto nuovi alberi – tanti quanti i premiati – saranno donati al fondo di forestazione urbana ForestaMi, promosso dalla Regione Lombardia, da Città metropolitana e dal Comune di Milano, che ha come obiettivo l’implementazione del verde cittadino di oltre tre milioni di piante entro il 2030.

I Compassi d’Oro 2020

  • colonnina Enel X Juicepole_Juicebox di Enel
  • casco Aero di MOMOdesign
  • cappa Spazio di Falmec
  • brand identity Le Gallerie degli Uffizi
  • auto Ferrari Monza SP1
  • arredo urbano E-Lounge di Repower
  • arredi per ufficio Chakra di Universal Selecta
  • apparecchio medicale D-Heart
  • accessori bagno AK_25 di Aboutwater Boffi e Fantini
  • sedia Eutopia di Gomez Paz Design & Crfted
  • protesi Hannes di IIT Istituto Italiano di Tecnologia e INAIL Centro Protesi
  • progetto sociale Food for Soul
  • progetto Pieces of Venice
  • piano cucina Rua di TM Italia
  • lampada Arrangements di Flos
  • installazione Il Mare a Milano di Sanlorenzo
  • imbarcazione Outcut di Outcut
  • freno per auto Formula E Caliper di Brembo
Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!