Torna Miart, la fiera dell’arte moderna, contemporanea e del design

Dal 13 al 15 aprile 2018 a Fieramilanocity non perdete Miart, la fiera dell’arte accompagnata da tanti eventi in città.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 05/04/2018 Aggiornato il 05/04/2018
miart

Se siete appassionati di mostre o volete avvicinarvi all’arte dall’inizio Novecento fino a oggi, non perdete Miart, la fiera che in Italia presenta al pubblico la più ampia offerta cronologica di opere, dall’inizio del secolo scorso fino alle opere delle generazioni più recenti, attraverso un’attenta selezione di gallerie internazionali.

La fiera porta ogni primavera a Milano un pubblico internazionale di collezionisti, curatori, direttori di musei, artisti, designer, appassionati d’arte e giornalisti, offrendo un ricco programma di talk aperti al pubblico (più di 40 artisti, curatori, direttori di musei, scrittori e architetti internazionali saranno invitati ad animare conversazioni e tavole rotonde), oltre a premi speciali per i migliori artisti.

Ancora più internazionale
Miart 2018 raccoglie 184 gallerie internazionali (+ 5% rispetto all’edizione 2017) che rappresentano un ampio ventaglio qualitativo dell’offerta di arte moderna e contemporanea e del design in edizione limitata.

In crescita la presenza di gallerie straniere che quest’anno partecipano alla fiera milanese: saranno infatti 75 le gallerie estere – il 41% del totale – provenienti da 19 paesi oltre l’Italia (Austria, Belgio, Brasile, Canada, Danimarca, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Grecia, Hong Kong, Israele, Romania, Spagna, Sudafrica, Stati Uniti, Svizzera, Turchia, Ungheria), con prestigiosi nomi internazionali.

Le sezioni
Si confermano sette le sezioni che caratterizzano Miart:
Established, che raccoglie 124 espositori divisi tra Contemporary (79 gallerie specializzate in arte contemporanea) e Master (45 gallerie che propongono artisti storicizzati con opere dai primi del ‘900 fino agli anni Novanta del secolo scorso);
Emergent, dedicata a 20 gallerie internazionali focalizzate sulla ricerca delle giovani generazioni, di cui 13 che espongono per la prima volta;
Generations, che presenta 8 coppie di gallerie che mettono in dialogo due artisti di generazioni diverse;
Decades che con le sue 9 gallerie propone un percorso lungo il Ventesimo secolo secondo una scansione per decenni, tracciando un racconto che enfatizza le due anime che definiscono miart – quella legata all’arte moderna e quella legata all’arte contemporanea – sostenendo in particolar modo l’arte storica di qualità in un momento di forte attenzione del mercato internazionale per l’arte del secondo dopoguerra;
On Demand, sezione trasversale le cui gallerie espongono, fra le altre, opere context- based e opere site-specific – come installazioni e wall paintings, progetti da realizzare, commissioni, performance, etc – che per esistere hanno bisogno di essere “attivate” da chi le possiede;
Object, dedicata a una selezione di 14 gallerie attive nella promozione di oggetti di design contemporaneo concepiti in edizione limitata e fruiti come opere d’arte.

Il fuori Miart: la Milano Art Week
Proprio come accade per il Salone del Mobile, anche Miart darà luogo a una serie di eventi collaterali in tutta la città. A partire da lunedì 9 aprile, saranno decine gli appuntamenti e le opportunità di visitare, conoscere, approfondire i tanti mondi e i diversi linguaggi dell’arte moderna e contemporanea. Un ricco programma di eventi, inaugurazioni e aperture speciali che coinvolge istituzioni pubbliche, fondazioni e gallerie private, spazi non-profit per l’intera settimana della fiera. Come Matt Mullican ed Eva Kot’átková presso Pirelli HangarBicocca, Post Zang Tumb Tuuum. Art Life Politics: Italia 1918-1943 alla Fondazione Prada, Torbjørn Rødland alla Fondazione Prada Osservatorio, Teresa Margolles al PAC Padiglione d’Arte Contemporanea. Inoltre due novità: l’Art Night no Profit Spaces, sabato 14 aprile e l’apertura straordinaria delle gallerie milanesi nella giornata di domenica 15 aprile. Per la prima volta un’intera serata sarà dedicata a inaugurazioni, performance ed eventi appositamente organizzati da spazi non profit. Infine, spicca in questo palinsesto seral, la performance Prisma presso il Triennale Teatro dell’Arte, in programma mercoledì 11 aprile e giovedì 12 aprile.

Miarteducational
Grazie alla collaborazione con Fidenza Village nasce quest’anno miarteducational, un nuovo servizio di mediazione gratuita che miart mette a disposizione del pubblico della fiera. Sul sito www.miart.it sarà possibile prenotare la partecipazione a una serie di visite guidate, programmate a orari stabiliti, pensate per approfondire i contenuti degli stand ospitati da fieramilanocity.

In sintesi

  • Che cosa: Miart
  • Quando: 13 – 15 aprile 2018
    Venerdì e Sabato ore 12.00 – 20.00
    Domenica ore 11.00 – 19.00
  • Dove: Fieramilanocity – Viale Scarampo – 20149 Milano, Pad. 3, Gate 5
  • Biglietti di ingresso: intero: € 15; Prevendita online ingresso intero: € 12. Ridotto – ragazzi dai 14 ai 17 anni/studenti universitari: € 10. Ridotto baby – studenti delle accademie di belle arti/corsi di laurea in storia dell’arte: € 1
Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!