Tv: salta il passaggio al nuovo digitale terrestre fissato dal 1° settembre

Il Mise ha deciso di far slittare lo switch off previsto inizialmente dal 1 settembre: più tempo quindi per dotarsi di un televisore compatibile con i nuovi standard.
Alessandra Caparello
A cura di Alessandra Caparello
Pubblicato il 10/08/2021 Aggiornato il 10/08/2021
soggiorno con tv

Slitta il termine per il passaggio dal vecchio al nuovo digitale terrestre con la conseguenza che si ha più tempo per acquistare un nuovo televisore qualora quello già in possesso non sia compatibile con le novità.

Inizialmente era stato previsto uno «switch» tecnologico entro giugno 2022. Lo switch comporta il passaggio al DVB T2, ovvero il digitale terrestre di seconda generazione. Due le date fissate:  1° settembre 2021 con il passaggio della codifica dei canali da Mpeg2 a Mpeg4. Seconda deadline giugno 2022 con il completamento di tutta l’operazione. Quindi, secondo questa roadmap, già da settembre molti televisori presenti nelle case degli italiani avrebbero dovuto smettere di funzionare.

Ora a meno di ulteriori slittamenti, lo switch-off avrà inizio a partire dal 15 ottobre 2021 e si concluderà il 1 gennaio 2023.  Non significa che dal 15 ottobre occorrerà obbligatoriamente dotarsi di un nuovo apparecchio ma da quella data lo switch off del segnale MPEG-2 sarà demandato alla scelta volontaria dell’emittente e saranno le TV stesse a decidere quale canale far passare alla trasmissione in MPEG-4.

Come sapere se la tv è compatibile?

Se il tuo televisore è stato acquistato a partire dal 22 dicembre 2018, sarà compatibile con il nuovo digitale terrestre poiché da quella data i negozianti sono obbligati a vendere televisori che supportano il nuovo standard DVB-T2.

Puoi inoltre verificare che la tua TV sia compatibile con il primo passaggio tecnologico – cioè il passaggio dalla codifica MPEG-2 a quella MPEG-4, che renderà visibili i canali soltanto in alta definizione (HD) – provando a vedere i canali già disponibili in HD, ad esempio 501 per RAIUNO HD, 505 per Canale 5 HD e 507 per LA7 HD. Se almeno un canale HD sarà visibile, la tua TV è pronta per il primo passaggio tecnologico. In caso contrario, dovrai sostituire la tua TV già al momento del primo passaggio tecnologico del 1° settembre 2021.

Infine, puoi verificare che la tua TV sia compatibile con i cambiamenti relativi al secondo passaggio – quando verrà introdotto definitivamente il DVB-T2 con il nuovo sistema di codifica HEVC Main10 – provando a visualizzare i canali di test 100 e 200; se vedi RAIUNO sul canale 1 allora verifica che sul canale 100 appaia la scritta “Test HEVC Main10”; analogamente se vedi Canale 5 sul canale 5, verifica che sul canale 200 appaia la medesima scritta. Se compare tale scritta, l’apparato è compatibile con il nuovo standard di trasmissione.

Pertanto, prima di acquistare un nuovo decoder o una nuova TV, è sempre opportuno e consigliabile effettuare una risintonizzazione; solo nel caso in cui, anche dopo aver terminato tale procedura, persistessero problemi nel visualizzare la schermata, per continuare a vedere i tuoi programmi preferiti dovrai necessariamente procedere all’acquisto di nuovi apparecchi.