“supersalone” 2021: -3 mesi all’evento speciale dell’arredo e design

Nuovi il nome, il logo e il format: il Salone del Mobile di Milano cambia nella forma, non nell'essenza. L'appuntamento presentato oggi in Triennale, curato da Stefano Boeri, sarà a Rho Fiera dal 5 al 10 settembre.
Silvia Scognamiglio
A cura di Silvia Scognamiglio
Pubblicato il 26/05/2021 Aggiornato il 04/08/2021
“supersalone” 2021: -3 mesi all’evento speciale dell’arredo e design

Innovazione è una delle parole  chiave dell’Evento Speciale 2021, a cominciare dal nome, svelato questa mattina durante la presentazione alla Triennale di Milano.

Svelato il nuovo nome: “supersalone”

Si chiamerà “supersalone” e simboleggerà il momento della ripresa per l’intero settore dell’arredo, del design e della creatività made in Italy, messo a dura prova da un anno e mezzo di stop forzato.

Il “supersalone” presentato in Triennale

C’è un’atmosfera di ottimismo ed entusiasmo nel giardino della Triennale: iniziano ora ufficialmente i preparativi per il Supersalone che – dal 5 al 10 settembre nei padiglioni di Rho-Fiera – sarà uno dei primi eventi fieristici in presenza dell’epoca post-pandemia. Un ottimismo condiviso dal sindaco di Milano Giuseppe Sala che nel suo videointervento ha sottolineato come l’Italia – e Milano in particolare – non abbiano perso le loro qualità nel campo della creatività, dell’artigianalità e del design. Davvero l’immagine di un’Italia che non si arrende. Proprio nei giorni scorsi la rinascita del design era stata celebrata, sempre a Milano, con l’inaugurazione dell’ADI Design Museum che d’ora in poi sarà un punto di riferimento fisso per la città e non solo.

Triennale di Milano, videointervento del sindaco Giuseppe Sala

Triennale di Milano, videointervento del sindaco Giuseppe Sala

Fino a qualche settimana fa, non era così scontato che l’evento legato al Salone si sarebbe effettivamente svolto, ma in tanti ci hanno creduto e hanno lavorato in sinergia perché ciò potesse effettivamente avvenire.

Stefano Boeri curatore del “supersalone”

Curatore di “supersalone” 2021 sarà l’architetto Stefano Boeri che è anche presidente della Triennale. Ma l’ideazione e l’organizzazione si preparano a essere nei prossimi mesi soprattutto una collaborazione di squadra: “In un mondo dove si lavora in competizione e in solitudine, questo è un bellissimo segno”, spiega Boeri.

Intervento dell'architetto Boeri alla presentazione del Supersalone 2021 alla Triennale di Milano

Intervento dell’architetto Boeri alla presentazione del Supersalone 2021 alla Triennale di Milano

 

Fanno naturalmente parte del team, oltre a Fieramilano, FederlegnoArredo e Assoarredo. Il nuovo presidente di Federlegno, Claudio Feltrin non nasconde che il Supersalone sarà una prova molto complessa, un progetto da portare avanti con tempi molto stretti tenendo conto delle esigenze delle aziende e dei partner e di quelle di sicurezza del vasto pubblico dei visitatori e degli operatori del settore.
La progettazione dell’evento nei suoi vari aspetti, dall’allestimento alla grafica, è condivisa da un gruppo di co-progettisti formato, oltre che dallo stesso Boeri, da Andrea Caputo, Maria Cristina Didero, Anniina Koivu, Lukas Wegwerth e Marco Ferrari ed Elisa Pasqual di Studio Folder

Supersalone, grande biblioteca del design

Sarà tutto nuovo nel “supersalone” 2021, a cominciare dalla ripartizione degli spazi nell’area fieristica che supereranno la tradizionale connotazione di stand per trasformarsi in aree più aperte e vivibili a 360°. Sarà davvero una sorpresa: i progettisti parlano di una “grande biblioteca del design” dove troveranno posto le novità presentate dalle aziende e le creazioni messe a catalogo negli ultimi 18 mesi, insieme ai prodotti “storici” più rappresentativi di ogni marchio.

Aperto al pubblico tutti i giorni

Cambia radicalmente anche  il rapporto con il pubblico. A differenza che negli anni passati, il Supersalone sarà aperto ai privati in tutti i giorni della manifestazione. Sarà possibile vedere e toccare con mano mobili e oggetti di design, e questa volta anche acquistarli attraverso una piattaforma apposita di e-commerce che sarà presentata il prossimo 30 giugno. Sarà quindi una manifestazione più completa in cui il digitale giocherà un ruolo determinante e innovativo che nelle edizioni passate del Salone non era contemplato, “perché il futuro va in questa direzione”, sostiene Stefano Boeri.
Tra le novità, una sezione dell’esposizione sarà dedicata al Food Design.

Cristina Tajani, assessora alle Politiche del lavoro, Attività produttive, Commercio e Risorse umane del Comune di Milano

Cristina Tajani, assessora alle Politiche del lavoro, Attività produttive, Commercio e Risorse umane del Comune di Milano

Fuorisalone ed eventi correlati

E che cosa ne sarà del Fuorisalone e di tutti gli eventi correlati? Progettisti e gli organizzatori sono concordi nel rimarcare l’importanza fondamentale, anche nel “supersalone” 2021, del rapporto tra l’esposizione fieristica di Rho e la città, che verrà coinvolta con numerosi eventi, in particolare quello clou che si svolgerà in Triennale con modalità in divenire.

Programma culturale ed eventi internazionali

Ulteriore arricchimento sarà il programma culturale che affiancherà l’esposizione commerciale: saranno previsti eventi con ospiti internazionali, talk e mostre tematiche.

I padiglioni al “supersalone”

I padiglioni fieristici coinvolti nel “supersalone” saranno allestiti come piccole città in miniatura all’interno delle quali potersi muovere in libertà. L’attenzione alla sostenibilità e alla componente green si esprimeranno, tra l’altro, nella realizzazione di un‘oasi verde, destinata a diventare permanente, che accoglierà i visitatori all’uscita della metropolitana.

Alla presentazione del Supersalone, l'intervento di Claudio Feltrin, presidente di FederlegnoArredo

Alla presentazione del “supersalone”, l’intervento di Claudio Feltrin, presidente di FederlegnoArredo

L'architetto Stefano Boeri, curatore dell'evento speciale Supersalone 2021

L’architetto Stefano Boeri, curatore dell’evento speciale “supersalone” 2021