Salone del Mobile.Milano: slitta a giugno la Sessantesima edizione

Dal 7 al 12 giugno si terrà la sessantesima edizione del Salone del Mobile.Milano a Fiera Milano Rho. Grande importanza sarà data al tema della sostenibilità.
Simona Preda
A cura di Simona Preda
Pubblicato il 18/01/2022 Aggiornato il 18/01/2022
Salone

Sessant’anni è un traguardo importante, anche per una manifestazione come il Salone del Mobile.Milano, importante vetrina per le eccellenze design Made in Italy e internazionale. Per questo, per poterlo organizzare al meglio dando pieno valore alla manifestazione, il Cda di Federlegno Arredo Eventi, in accordo con Fiera Milano, ha deliberato lo spostamento della rassegna dal 5 – 10 aprile, al 7 – 12 giugno 2022.

La sostenibilità, tema di grande attualità e molto sentito da numerose aziende oltre che dai consumatori, avrà un ruolo molto importante all’interno della manifestazione. Infatti, come spiega Maria Porro, presidente del Salone del Mobile.Milano, “la decisione di posticipare l’evento consentirà a espositori, visitatori, giornalisti e all’intera community internazionale dell’arredamento e del design di sfruttare al meglio e in piena sicurezza le potenzialità di una rassegna che quest’anno si presenterà ricca di novità e che, oltre a festeggiare un compleanno importante, punterà sul tema della sostenibilità, facendosi palcoscenico dei progressi fatti in quest’ambito da creativi, designer e aziende“.

Maria Porro

Maria Porro, presidente del Salone del Mobile.Milano

La prima edizione del Salone del Mobile di Milano si tenne dal 24 al 30 settembre 1961 negli spazi della fiera campionaria. In pieno boom economico, su iniziativa di una piccola schiera di mobilieri e organizzata da Cosmit, lo scopo era quello di far conoscere i prodotti del Made in Italy all’estero. Nel giro di pochi anni la manifestazione divenne internazionale e, con il passare degli anni, la presenza di visitatori e operatori stranieri è aumentata. Dal 2006 la manifestazione si tiene nella grande sede di Rho-Pero, progettata da Massimiliano Fuksas.

La data di giugno favorirà una forte presenza di espositori e operatori stranieri, da sempre punto di forza del Salone, e garantirà alle aziende partecipanti i tempi giusti per progettare al meglio la propria presenza in fiera che, come sappiamo, richiede mesi di preparazione, dall’ideazione all’allestimento finale. La voglia di Salone è sempre più forte, per questo stiamo lavorando a un evento che offrirà a tutti la possibilità di vivere un’esperienza unica, concreta ed emozionante. Tutti abbiamo tanta voglia di Salone”, conclude la presidente Maria Porro.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 5 / 5, basato su 1 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!