Pietra naturale protagonista a Marmomac 2018

Sul tema della pietra naturale, creativi e produttori si incontrano al Marmomac di Verona, all'interno del padiglione The Italian Stone Theatre.

Tatiana Ceruti
A cura di Tatiana Ceruti
Pubblicato il 28/09/2018 Aggiornato il 28/09/2018
marmomac2018

Come ogni anno, al Marmomac di Verona – il Salone internazionale della pietra giunto alla 53° edizione – è di scena l’eccellenza litica italiana. Il tema per l’edizione 2018 è Acqua e Pietra, due elementi che hanno sempre interagito tra loro, sia nella formazione geologica delle rocce, sia nelle opere architettoniche che con queste vengono prodotte.

Palcoscenico prestigioso di questa narrazione è The Italian Stone Theatre (nella Hall 1), dedicato alle aziende italiane che hanno realizzato proposte su questo tema. Due i settori coinvolti: quello delle aziende di lavorazione della pietra e quello delle aziende produttrici di macchinari e tecnologie.

All’interno del padiglione The Italian Stone Theatre, intorno a un percorso acquatico, sono allestite le mostre di design, architettura e arte:

Liquido, solido, litico, curata da Raffaello Galiotto, con proposte per la stanza da bagno create da noti designer e realizzati da aziende italiane del settore lapideo.

Architetture per l’acqua, curata da Vincenzo Pavan: 3 scenografiche torri, in marmo e pietre di diversa provenienza, affacciate su uno specchio d’acqua.

Brand & Stone curata da Giorgio Canale su concept di Danilo Di Michele: brand di alta gamma del mondo dell’arredamento sviluppano concept
 e prototipi in collaborazione con le aziende del settore lapideo (materiali, lavorazione e macchinari).

Percorsi d’Arte, curata da Raffaello Galiotto: ospita opere di artisti internazionali,
 con esperienza nella lavorazione numerica del marmo in collaborazione con aziende produttrici di macchine. Le opere sono state completamente progettate e realizzate con software e macchine computerizzate.

Come nelle scorse edizioni, Marmomac testimonia che le opportunità della pietra di modellare edifici e oggetti d’arredo vengono oggi potenziate dall’incontro tra la disponibilità di macchinari tecnologici e le intuizioni creative di architetti e designer.

Clicca sulle immagini delle mostre all’interno del padiglione The Italian Stone Theatre per vederle full screen

  • Atollo, design Raffaello Galiotto, in marmo bianco di Carrara by GDA Marmi e Graniti
  • Le tre torri protagoniste di Architetture per l'acqua
  • Santacqua, designGiulio Iacchetti, in porfido rosso, prodotto da Hellos Automazioni
  • Shapeway di Antoniolupi (design Carlo Colombo) in marmo di Carrara
  • Tasca di Margraf (design Raffaello Galiotto), in marmo Calacatta e Grey Saint Laurent by Margraf
  • Carve 07 di Gervasoni, design Paola Navone, in materiale lavico
Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 5 / 5, basato su 1 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!