Parma capitale dell’antiquariato: torna Mercanteinfiera

Alessandra Caparello Pubblicato il Aggiornato il 11/09/2018

Dal 29 settembre 2018 al 7 ottobre Fiere di Parma ospita l’edizione autunnale della mostra internazionale di modernariato, antichità e collezionismo.

 

Torna a Parma l’appuntamento con Mercanteinfiera. Dal 29 settembre al 7 ottobre si tiene l’edizione autunnale della mostra internazionale di modernariato, antichità e collezionismo.

Parma si trasforma in una vera e propria città antiquaria nella quale più di mille espositori, da tutte le piazze antiquarie europee, esibiscono le proprie scoperte a decine di migliaia di visitatori professionali, collezionisti e cultori della memoria. Visitatori alla ricerca dell’acquisto curioso o importante ma anche unico, collezionisti, i designer, esperti e amanti di fotografia, gli architetti alla ricerca di materiali di ogni epoca e stile si danno appuntamento a Fiere di Parma.

L’edizione autunnale della manifestazione si arricchisce di due collaterali: “La via delle perle di vetro da Venezia a Timbuctu XV- XX sece  Da lamiera a design: la maieutica di Sergio Scaglietti”. La prima al padiglione 4 è la mostra curata da Augusto Panini ed espone  erle di vetro (margarite come si chiamavano nel ‘300), di tradizione romana e bizantina, monocolore o dai cromatismi fantasiosi, ritrovate da Panini nelle diverse regioni sub-Sahariane. Raccontano di un’arte unica ed esclusiva – la Serenissima puniva con la pena capitale chi ne divulgava i segreti –  ma raccontano anche di una quotidianità seducente, quella fatta di riti tribali e di magia, tipici di terre lontane, l’Africa.

Da lamiera a design: la maieutica di Sergio Scaglietti”, anch’essa al padiglione 4, è dedicata al  “martellatore lattoniere” divenuto designer, Sergio Scaglietti, che contribuì, col suo estro visionario, alla leggenda della casa del cavallino rampante, la Ferrari. Enzo Ferrari infatti capitò per caso nel 1939 nell’officina dove lavorava Scaglietti, che all’epoca era un semplice addetto alla riparazione dei parafanghi delle auto da corsa. Ferrari notò un’Alfa 12 cilindri riparata e modificata con vari cambiamenti che le avevano conferito una linea aerodinamica e futuristica. Né restò così affascinato che iniziò a indirizzare da Scaglietti tutti i piloti, dando così il via ad un rapporto professionale e un’amicizia che sarebbero durati una vita. Per la casa di Maranello Scaglietti disegnò alcuni modelli simbolo degli anni sessanta come la 250 Testa Rossa, la 250 GT California, la 250 GTO e le 750 e 860 Monza. Sua anche la  375 MM, realizzata a metà anni ’50, per Roberto Rossellini e Ingrid Bergman. In esposizione a Fiere di Parma, in omaggio al genio del designer modenese, due gioielli di casa Ferrari, la 750 Monza e la 250 Le Mans. La mostra collaterale è curata da Oscar Scaglietti e Davide Toni della Toni Auto, autofficina di Maranello specializzata nel restauro delle vetture che portano i famosi marchi della terra dei motori.

In sintesi
  • Che cosa: Mercanteinfiera autunno
  • Dove: Fiere di Parma
  • Quando: Dal 29 settembre al 7 ottobre. Orario: dale 10:00 alle 19:00
  • Info:  Ingresso a pagamento. Costo biglietti: intero 10 euro; ridotto per architetti con tesserino 7 euro. I ragazzi fino a 14 anni non pagano. www.mercanteinfiera.it

Nella gallery alcune delle perle esposte nella collaterale “La via delle perle di vetro da Venezia a Timbuctu XV- XX sec”

Siete appassionati di modernariato e antiquariato? Guardate la nostra sezione mercatini!