Wood design: il legno protagonista delle tendenze abitative 2016

Ritorno alla natura e ai suoi elementi: nell'interior design predomina il legno che, adatto a tutti gli ambienti della casa, con le sue tonalità calde e avvolgenti crea armonia e benessere. Dal pavimento alle porte, fino all'outdoor e all’arredo urbano.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 10/05/2016 Aggiornato il 10/05/2016
Wood design: il legno protagonista delle tendenze abitative 2016

Protagonista evergreen, il legno è però leader indiscusso nelle tendenze abitative 2016. Grazie alle sue tonalità calde e avvolgenti, rivisitato e alleggerito, trova posto negli interni cittadini di stile moderno e classico, al naturale nei progetti più contemporanei. Il 2016 segna il ritorno alla natura e ai suoi elementi: il design trova ispirazione – per forme, colori e texture dei materiali – dal mondo organico e vegetale e – con stile e leggerezza – il legno seduce creando armonia e benessere.

Il wood design, la nuova tendenza dell’abitare 2016, si esplica in varie applicazioni. Per i pavimenti, per esempio, sceglierli in legno significa optare per una soluzione elegante e trendy; più gettonate, le finiture con vernici naturali, quasi invisibili, opache o a zero brillantezza, soprattutto in rovere e in varie tonalità. Nel 2016 inoltre vi è un ritorno alle essenze esotiche: Iroko, Afrormosia, Wengé. Per quanto riguarda le tinte, vanno per la maggiore quelle calde e abbastanza scure, come il marrone, marrone scuro e il tabacco. Per la posa, in aumento la richiesta di quella cosiddetta a spina di pesce, tipica degli anni settanta. Grande rispolvero anche per le “quadrotte”, 60×60 o 70×70, che permettono di rivisitare pavimenti antichi di vecchi palazzi storici.

Il legno è protagonista anche delle porte di interni con finiture che oggi seguono le tendenze dell’arredamento. Una porta è esteticamente bella quando è in linea con lo stile dei mobili, dalla cucina all’armadio, diventando anch’essa un vero e proprio elemento d’arredo. Inoltre le porte hanno una duplice funzionalità, potendo dividere o unire spazi: basti pensare alle porte scorrevoli, che diventano pareti mobili e cambiano il modo di vivere la casa, o alle filomuro che, spesso nella stessa finitura della parete, si armonizzano perfettamente con essa oppure, in contrasto, diventano protagoniste dell’intero ambiente.

Il legno, infine, grazie alla sue caratteristiche di sostenibilità, è un materiale che può essere usato anche per l’arredo urbano. In termini prestazionali inoltre, è leggero e resistente, vantaggioso per quanto riguarda gli aspetti energetici in quanto risorsa rinnovabile. Se utilizzato nella fase produzione di pavimenti, porte e finestre, dato il basso peso e la facile lavorabilità, richiede inoltre minore energia rispetto a manufatti prodotti con altri materiali. Aspetto da non sottovalutare, infine, l’elevato isolamento termico che permette un considerevole risparmio energetico.

Materiale evergreen per eccellenza, il legno oggi conosce una nuova stagione di successi, che lo vede protagonista del design. Il wood design seduce l’arredamento creando nella casa armonia e benessere.

Materiale evergreen per eccellenza, il legno oggi conosce una nuova stagione di successi, che lo vede protagonista del design. Il wood design seduce l’arredamento creando nella casa armonia e benessere.

In Italia c’è un’associazione che si “occupa” del legno? EdilegnoArredo è l‘Associazione nazionale fabbricanti prodotti per l’edilizia e l’arredo urbano; fa capo a FederlegnoArredo, componente del sistema Confindustria, “interprete” della filiera italiana del legno-arredo e del gusto dell’abitare italiano nel mondo.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!