Too Good To Go: l’app per dire basta agli sprechi alimentari

Le attività commerciali mettono a disposizione i prodotti rimasti invenduti e i consumatori li acquistano a prezzi scontati; così si combatte lo spreco di cibo. Too Good To Go è l'app pensata per sensibilizzare la popolazione e ridurre gli sprechi alimentari.
Stefania Lobosco
A cura di Stefania Lobosco
Pubblicato il 04/01/2020 Aggiornato il 04/01/2020
App Too Good To Go contro gli sprechi alimentari

Arriva l’app che permette di ridurre gli sprechi alimentari. Il mondo delle applicazioni oggi offre servizi di ogni tipo, ma cresce sempre più l’esigenza di soluzioni digitali che rispondano in modo concreto alle reali necessità della vita quotidiana, contribuiscano a semplificarla, si prendano cura della nostra salute e dell’ambiente in cui viviamo.

Una di queste è sicuramente Too Good To Go ovvero “troppo buono per essere buttato via”, questa interessante realtà propone una soluzione innovativa per limitare i danni causati dagli sprechi alimentari.

Le cifre dello spreco di cibo infatti sono impressionanti, circa 1/3 del cibo prodotto viene sprecato ed è responsabile dell’8% delle emissioni di gas serra altamente dannose per l’ambiente e causa del riscaldamento globale; da qui l’idea del giovane team di provare a ridurlo lanciando un servizio originale e interessante che sfrutta la potenza della community e della condivisione e punta sull’effetto sorpresa.

47 milioni di tonnellate di cibo vengono sprecate ogni anno nelle famiglie europee. Le inefficienze nel settore indicano, inoltre, che la perdita e lo spreco di cibo nel mondo arriveranno, entro il 2030, a quota 1,2 trilioni l’anno. Un dato spaventoso che si riflette anche nel nostro Paese, dove si sprecano ogni anno oltre 10 milioni di tonnellate di cibo, pari a circa 15 miliardi di euro l’anno.

Dalle ricerche del gruppo che ha fondato questa realtà innovativa però emerge che più della metà dei “rifiuti” alimentari può essere salvata. In questo modo, non solo si contribuirebbe positivamente a ridurre l’impatto ambientale, ma si potrebbe generare un interessante ritorno economico per le famiglie, riducendo così la spesa di prodotti che altrimenti finirebbero nella spazzatura.

Come funziona l’app che salva il cibo e protegge l’ambiente

L’applicazione si basa su un meccanismo win-win semplicissimo. Too Good To Go, infatti, collega gli utenti e le loro famiglie a negozi e ristoranti nelle vicinanze che hanno cibo invenduto. In questo modo le persone possono godere di ottime pietanze e allo stesso tempo i commercianti evitano di buttare prodotti ancora buoni rimasti in giacenza. Un modo semplice quindi per combattere lo spreco di cibo e godere di ottime pietanze ad un prezzo super conveniente. 

Sull’app i consumatori possono selezionare la fascia oraria e il prezzo, che solitamente varia dai 2 ai 6 euro circa, delle Magic Box – le confezioni contenenti i prodotti rimasti invenduti negli esercizi commerciali – che possono essere acquistate nell’arco della giornata. Queste “scatole magiche” hanno il potere di far sparire così dagli scaffali i cibi non venduti che, ad un prezzo basso, possono ancora rendere felici molte famiglie.

Ogni Magic Box acquistata permette di evitare l’emissione di 2,5 kg di Co2. Questo, oltre ad essere uno strumento utile per risparmiare e proteggere l’ambiente, è anche un ottimo modo per conoscere tante attività della propria zona ed entrare in contatto con loro, gustando prodotti eccellenti a prezzi scontati, che altrimenti sarebbero destinati a diventare rifiuti.

Naturalmente il cibo contenuto è sempre di ottima qualità, perché gli esercenti hanno tutto l’interesse nel valorizzare al massimo i loro prodotti e ricevere recensioni a 5 stelle dalla community, mantenendo così alta la reputazione della loro attività sul mercato e generando un utile passaparola che di conseguenza genera maggiori guadagni.

Cosa possono fare i commercianti?

Gli esercenti – ristoranti, pizzerie, hotel, negozi, supermercati, bar/bakery, pasticcerie, etc. – possono registrarsi gratuitamente in piattaforma, creare il proprio pannello e scegliere le fasce orarie, i prezzi e i prodotti da inserire quotidianamente nelle Magic Box da mettere in vendita. In questo modo hanno la possibilità di smaltire cibi che sarebbero rimasti invenduti e quindi smaltiti, seppure ancora ottimi. Un modo per contribuire a ridurre lo spreco alimentare, ma anche per far conoscere il proprio esercizio commerciale ed entrare in contatto con migliaia di nuovi potenziali clienti. Il gruppo conta di riuscire a collaborare con più di 75.000 attività entro il 2020.

L’app in numeri

L’iniziativa Too Good To Go, partita dalla Danimarca nel 2015 e oggi diffusa in 14 Paesi, fino ad ora è riuscita a far risparmiare 69.869 tonnellate di CO2 e a salvare dai rifiuti ben 27,9 milioni di pasti. L’app ha raggiunto i 18,4 milioni di download e ha coinvolto quasi 37.000 partner commerciali.

Anche l’Italia, in cui ogni anno vengono gettate 10 milioni di tonnellate di cibo ancora buono, spreco che corrisponde a circa 700 euro l’anno per famiglia, sembra esserne stata letteralmente conquistata. Oggi infatti, è possibile acquistare le Magic Box a Milano, Roma, Torino, Firenze, Bologna, Verona e Genova e il servizio promette di espandersi presto in altre città. In soli sei mesi Too Good To Go ha venduto più di 100 mila scatole magiche di cibo recuperato, evitando così inutili sprechi.

Il movimento contro gli sprechi alimentari

Non solo app, Too Good To Go è anche un movimento contro gli sprechi alimentari. La mission della community è quella di ispirare e responsabilizzare le persone ad agire in modo più corretto e consapevole contro gli sprechi alimentari. Ecco perché persegue il nobile obiettivo di contribuire in ogni modo possibile alla costruzione di un movimento globale di rifiuti alimentari, perché solo unendo e mobilitando più forze è possibile generare un cambiamento positivo nella società e ottenere risultati concreti.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 4.75 / 5, basato su 4 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!