Tavola di Natale: le regole d’oro per l’uso del tovagliolo

In vista delle prossime festività, l'Accademia italiana del galateo raccomanda alcune regole di bon-ton sull'uso del tovagliolo.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 23/12/2014 Aggiornato il 23/12/2014
Tavola di Natale: le regole d’oro per l’uso del tovagliolo

Le cene, le feste e le occasioni conviviali con parenti e amici rendono il Natale un momento speciale ma in alcuni casi possono diventare fonte di stress. Per trascorrere al meglio questa festività e sopravvivere alla convivenza forzata della tavola di Natale, Tenderly (marchio di prodotti per uso domestico di Lucart Group, che per l’occasione presenta la linea di tovaglioli per occasioni speciali Duo Prestige) con l’aiuto dell’Accademia italiana del galateo ha stilato una breve guida per il corretto utilizzo del tovagliolo.

Per prima cosa, quando ci si accomoda a tavola, il tovagliolo va posto in grembo, appoggiato sulle ginocchia, mai aperto completamente ma sempre ripiegato in modo da creare un rettangolo. Mettere il tovagliolo sulle gambe, spiegano gli esperti di bon-ton, è un gesto di cortesia verso gli altri commensali che potrebbero non gradire la vista del tovagliolo sporco.

Vietato annodarlo al collo o tenerlo con la mano sul petto per non sporcarsi. Il galateo ne consente l’utilizzo solo per tamponare la bocca, premendolo sulle labbra con la mano sinistra, prima di bere e dopo aver bevuto. Va utilizzata solo la parte interna, ripiegando velocemente e con cura la stoffa prima di rimetterlo sulle gambe; questa norma ha chiaramente un valore funzionale, perché da un lato permette di nascondere eventuali tracce di cibo e dall’altro di non sporcare né i nostri abiti né la tovaglia. Le signore dovranno prestare attenzione al rossetto: è considerato ineducato lasciare macchie sul tovagliolo e sul bordo del bicchiere.

Altri usi, come ad esempio pulire posate o bicchiere, sono da considerarsi impropri. Infine, dagli esperti di bon-ton un paio di accortezze per un’apparecchiatura a prova di errore: il tovagliolo va messo alla sinistra del piatto e delle forchette, piegato in forma quadrata o triangolare; è assolutamente sconsigliato sbizzarrirsi in piegature originali e ardite. Per ragioni igieniche, la stoffa va maneggiata meno possibile. Una volta concluso il pasto, basterà appoggiarlo alla sinistra del piatto, senza ripiegarlo.

 

 

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!