Rifiuti elettronici, cresce il riciclo dei piccoli elettrodomestici: +10%

Il consorzio Ecolight ha registrato nei primi nove mesi dell’anno un aumento di cellulari, frullatori e pc correttamente "smaltiti".
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 30/10/2014 Aggiornato il 30/10/2014
Rifiuti elettronici, cresce il riciclo dei piccoli elettrodomestici: +10%

Tutti noi abbiamo in casa almeno un oggetto classificato come Raee, “Rifiuto di apparecchiature elettriche ed elettroniche”, magari chiuso in un cassetto perché non funzionante o semplicemente passato di moda e quindi non più utilizzato. Il destino di questi oggetti (televisori, cellulari, stampanti, frullatori, forni, lettori cd, lampadine a led e in genere ogni accessorio che contenga una componente elettrica o elettronica al suo interno), una volta finito il ciclo di vita, non è il cassonetto dell’indifferenziato dove purtroppo ancora una parte di loro finisce bensì le isole ecologiche o i centri di raccolta allestiti dai singoli Comuni ormai da diversi anni.

Complici le varie campagne di sensibilizzazione, i cittadini virtuosi sono per fortuna in aumento. Lo dimostra il +10% fatto registrare dalla raccolta dei piccoli elettrodomestici, i cosiddetti Raee R4, soprattutto cellulari, frullatori e pc non più funzionanti, che ha toccato nei primi nove mesi dell’anno quota 11.500 tonnellate. Il dato è stato reso noto da Ecolight, consorzio nazionale Raee che gestisce un terzo di tutti i piccoli elettrodomestici raccolti in Italia. Sostanzialmente stabili le altre categorie di rifiuti elettronici più ingombranti: frigoriferi e congelatori, raggruppati con la sigla R1, e forni, lavatrici e lavastoviglie, che rappresentano il comparto R2. In calo gli R3, di cui fanno parte televisori e monitor, in seguito all’esaurirsi dell’effetto digitale terrestre che ha portato al rinnovo degli apparecchi televisivi; complessivamente da gennaio a settembre 2014 la raccolta complessiva dei rifiuti elettronici si è attestata intorno alle 150mila tonnellate.

Per aiutare i cittadini al corretto conferimento, Ecolight ha introdotto in via sperimentale in Emilia Romagna dei cassonetti intelligenti; da questo progetto è nata una seconda iniziativa dedicata ai punti vendita, con la realizzazione di cassonetti smart pensati per la raccolta di piccoli elettrodomestici e lampadine a risparmio energetico. In soli due mesi e mezzo, i dieci cassonetti hanno permesso la raccolta di oltre 2.200 rifiuti tra vecchi cellulari, ferri da stiro, stampanti e un centinaio di lampadine. E nei prossimi mesi Ecolight ha in programma il posizionamento di altri cassonetti intelligenti in prossimità di grandi punti vendita.

Cellulare (iPhone con cover Meliconi) e lampadina (a led, di Philips) sono oggetti che appartengono - per lo smaltimento alla fine del loro ciclo di vita - al comparto Raee 4; il forno microonde invece (combinato a vapore NN-CS894S di Panasonic) al Raee 2.

Cellulare (iPhone con cover Meliconi) e lampadina (a led, di Philips) sono oggetti che appartengono – per lo smaltimento alla fine del loro ciclo di vita – al comparto Raee 4; il forno microonde invece (combinato a vapore NN-CS894S di Panasonic) al Raee 2.

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!