Recupero degli scarti della pietra: il concorso The B-Side 2.0 premia due progetti

Una stuoia per sushi e un piano del tavolino da esterni realizzati con sfridi di lavorazione del marmo sono i due progetti vincitori del concorso "The B-Side 2.0" dell'azienda Persiceto Marmi.

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 13/12/2016 Aggiornato il 13/12/2016
Persiceto Marmi RAPTIKIS

Una stuoia per sushi e un piano del tavolino da esterno realizzati rigorosamente con materiali di scarto in pietra. Questi i due progetti vincitori del concorso The B-Side 2.0 indetto da Persiceto Marmi, azienda specializzata nella produzione artigianale del marmo con sede in Emilia Romagna a San Giovanni in Persiceto, in collaborazione con l’ordine degli Architetti di Bologna.

Un contest nato con l’obiettivo di recuperare la grande quantità di tagli e rimanenze dalla lavorazione del marmo, creando due collezioni di prodotti a partire proprio dagli sfridi di lavorazione delle pietre. Una sfida a cui hanno risposto designer e architetti che si sono cimentati nella realizzazione di complementi per cucina e arredo urbano con materiale di scarto. Più di 160 le idee presentate per la realizzazione di oggetti d’uso quotidiano e complementi d’arredo e 10mila euro il valore totale dei premi.

Per la categoria “Outdoor” a vincere è il progetto di Giuseppe Zicca, Raptikis, il piano del tavolino da esterni creato cucendo tra loro gli sfridi di lavorazione del marmo che vengono poi affiancati, tagliati sui bordi secondo il disegno finale e infine forati per consentire al filo in fibra di basalto di attraversarli e unirli per formare il piano. Il progetto è stato poi completato con una base d’appoggio realizzata con i scatolari di metallo di recupero. Il sistema costruttivo è totalmente a secco e consente lo smontaggio e recupero di tutti i componenti per un nuovo utilizzo. Per la categoria “Elementi cucina” il primo premio è andato alla stuoia per sushi, reinterpretata in chiave marmorea da Monica Merlotti. Nella cucina giapponese il makisu è una stuoia formata da legni di bambù legati assieme da corde di cotone e viene usata nella preparazione del cibo. In versione marmorea diventa un “piatto” dove consumare direttamente le pietanze.

I due progetti vincitori sono stati premiati in occasione della Bologna Design Week, manifestazione internazionale dedicata alla promozione della cultura del design.

RAPTIKIS, piano del tavolino da esterni, progettista Giuseppe Zicca che ha vinto il primo premio della tipologia Outdoor del concorso The B-Side 2.0

RAPTIKIS, piano del tavolino da esterni, progettista Giuseppe Zicca che ha vinto il primo premio della tipologia Outdoor del concorso The B-Side 2.0

STUOIA PER SUSHI, realizzata da Monica Merlotti, vincitrice del primo premio della tipologia "Elementi cucina".

STUOIA PER SUSHI, realizzata da Monica Merlotti, vincitrice del primo premio della tipologia “Elementi cucina”.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!