Raccolta differenziata: dove butto scontrino o coppetta del gelato?

Capita molto spesso di trovarsi con rifiuti che erroneamente crediamo di dover buttare nel contenitore per la carta e cartone ma così non è. Online un quiz per scoprire quanto ne sappiamo veramente della raccolta differenziata e per l'occasione ecco un elenco di indicazioni su dove buttare ogni rifiuto che produciamo.

Alessandra Caparello
A cura di Alessandra Caparello
Pubblicato il 27/08/2019 Aggiornato il 28/08/2019
Raccolta differenziata: dove butto scontrino o coppetta del gelato?

Dove butto il cartone della pizza? E i post-it dove ho segnato la lista della spesa? Tanti gli errori che si commettono quando si differenziano carta e cartone. Per mettere alla prova la propria attitudine al riciclo, Comieco, il Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi  a base celluloica, ha pubblicato un quiz on line dal titolo “Che riciclatore sei”.

Dopo aver testato le proprie capacità nella raccolta differenziata, ecco di seguito un riepilogo su dove buttare i vari rifiuti di carta e cartone.

  • Carta oleata: quella della focaccia, dei salumi, dei formaggi, non va nel contenitore di carta e cartone: a meno che non sia indicato sulla confezione, va nell’indifferenziato. Se formata da parti separabili carta/plastica, in tal caso i materiali possono essere riposti negli appositi contenitori della raccolta differenziata.
  • Sacchetto di plastica: se lo usi per  raccogliere carta e cartone da buttare,  poi ricordati di separarlo e metterlo insieme alla plastica.
  • Cartone della pizza: se è sporco non si butta nel contenitore di carta e cartone! Si può buttare solo se è completamente pulito e privo di residui di cibo. Nel caso in cui il cartone sia molto unto e/o abbia residui di cibo va conferito nell’umido o indifferenziato, secondo il tipo e secondo quando stabilito dal Comune di residenza.
  • Confezione delle uova: in questo caso occorre fare attenzione al materiale: se di cartone va con carta e cartone, se il contenitore è di plastica, ovviamente va con la plastica.
  • Post-it: i foglietti adesivi che si usano in casa o in ufficio non vanno buttati con carta e cartone perché la colla utilizzata è solubile in acqua.
  • Scontrini: essendo composti da carte termiche e sostanze che reagiscono al calore e possono generare problemi nelle fasi del riciclo. Ecco perché non vanno inseriti nei bidoni della carta. Esistono diverse tipologie di carta utilizzata per gli scontrini e non si può generalizzare. Le carte più comuni per gli scontrini sono:
    – La carta termica (quella degli scontrini fiscali): sono carte che hanno al loro interno dei componenti che reagiscono al calore, riciclandole in seccheria provocano un forte scurimento, quindi vengono considerate non riciclabili. Per riconoscerle basterebbe scaldarle (senza bruciarle…) se anneriscono sono carte termiche. La maggior parte degli scontrini sono di questo tipo.
    – Le carte chimiche (poco utilizzate per gli scontrini): esempio la vecchia carta carbone e quelle attualmente caricate con capsule contenenti inchiostri, hanno un comportamento simile alla carta termica e difficilmente possono essere considerate riciclabili. In questo caso è la pressione che rilascia il componente.
    – La carta normale: fatture, ricevute o scontrini stampati con una stampante normale vanno ovviamente nella raccolta della carta.
  • Cartoni per bevande: per il corretto smaltimento è bene informarsi sulle modalità previste dal proprio Comune di residenza.
  • Carta da forno: non va con carta e cartone, ma nel secco/indifferenziato, a meno che sulla confezione non sia indicato diversamente.
  • Busta da lettere di carta: in questo caso si può conferire la busta con la carta e cartone perché l’eventuale finestrella viene separata in cartiera e non compromette il riciclo.
  • Biglietto del treno: possiamo conferirlo con carta e cartone in quanto carta riciclabile.
  • Coppetta del gelato: in questo caso occorre fare distinzioni. La coppetta di carta con residui di gelato va nell’indifferenziato, se invece è pulita va con carta e cartone. Infine se sulla confezione è indicato “compostabile” va nell’organico.
  • Confezione: guardare sulla confezione se c’è scritto di conferirlo con la carta; altrimenti va nell’indifferenziato.
  • Scatola della pasta: in tal caso è bene (è cosa gradita ma non strettamente necessaria) separare la confezione di cartone dalla finestrella in plastica. Si può infatti conferire la scatola della pasta con carta e cartone perché la finestrella viene separata in cartiera e non compromette il riciclo.
  • Panettone e pandoro: le confezioni vanno separate correttamente. Il cartone esterno va conferito nella carta, mentre il sacchetto interno nella plastica. Infine lo stampo del Panettone va nell’organico o indifferenziato a seconda del comune di appartenenza
  • : la parte di etichetta di carta attaccata alla bustina va con carta e cartone, mentre la bustina di tè usata va nell’organico. La scatola va con carta e cartone.
  • Volantini pubblicitari: direttamente con carta e cartone.
  • Vassoio pasticceria: il classico vassoio da pasticceria dorato (o non) va con carta e cartone.
  • Carta sporca di cibo: ad esempio il cartoccio delle patatine , il contenitore dei pop-corn, o quello del fritto di pesce vanno nell’umido, o nell’indifferenziato, a seconda di quanto stabilito dal tuo comune di residenza.
  • Confezione della colomba: l’imballaggio va diviso. La confezione di cartone esterna va buttata con carta e cartone, il sacchetto interno trasparente nella plastica  e lo stampo in carta per la colomba nell’indifferenziato o nell’organico a seconda di quanto stabilito nel comune di residenza.
  • Bollette: vanno buttate con carta e cartone.
  • Carta stagnola: non va con carta e cartone, ma nel contenitore dei metalli.
  • Ricetta medica: può andare con carta e cartone
  • Pirottini: se puliti possono andare con carta e cartone, se invece hanno residui di cibo, vanno conferiti nell’organico.

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 4.75 / 5, basato su 12 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!