Lockdown e aumento del riscaldamento del 41%

Secondo i dati di una ricerca, il periodo di permanenza forzata in casa ha portato un notevole aumento dei consumi di riscaldamento, ma ci sono diversi modi per abbassare i costi in bolletta, ridurre gli sprechi e mantenere pulita l'aria in casa.
Stefania Lobosco
A cura di Stefania Lobosco
Pubblicato il 21/05/2020 Aggiornato il 21/05/2020
Lockdown e aumento del riscaldamento del 41%

L’utilizzo del riscaldamento quest’anno, nel mese di marzo 2020, è aumentato del 41% rispetto allo stesso periodo del 2019, il notevole incremento è dovuto al periodo di lockdown che sta vivendo il Paese per contenere l’emergenza Covid-19. Questi dati emergono da una ricerca condotta dalla società di climatizzazione domestica, tado°.

20200416_heating hour comparison corona pitch_IT_01

Incremento riscaldamento in Italia durante la fase di lockdown (marzo 2020). www.tado.com

La temperatura esterna quest’anno è diminuita di 2°C, valore che naturalmente non giustifica una crescita così importante nei consumi: la differenza è in gran parte dovuta all’aumento della permanenza in casa durante il giorno a causa del confinamento dovuto al Coronavirus. L’Italia, infatti, è stata la prima nazione a ricorrere alla chiusura totale delle attività a partire dal 9 marzo, obbligando tutti i cittadini a rimanere nelle proprie abitazioni una settimana in anticipo rispetto al resto dell’Europa. Spagna e Francia le prime a seguire l’esempio (rispettivamente il 14 e il 17) fino all’Inghilterra che dichiara il lockdown per ultima, il 23 marzo. Inoltre, già nelle settimane precedenti molti italiani sono stati obbligati a diminuire i propri spostamenti a causa della chiusura preventiva delle scuole e della richiesta di alcune regioni di incrementare lo smart working.

Riscaldamento: qual è la bolletta media in Italia?

In Italia la bolletta media annuale per il gas arriva circa a 1.000 euro, che sommata a quella dell’elettricità può salire anche fino a più di 1.500 euro. Per questo motivo sempre più persone sono alla ricerca di soluzioni che aiutino a diminuire la spesa.

La soluzione più semplice è quella di abbassare il riscaldamento. Anche solo 1°C in meno consente, infatti, un risparmio in bolletta medio del 6%. Ma non sempre risparmiare deve essere a scapito del comfort. L’uso di termostati e valvole termostatiche intelligenti può infatti aiutare ad alleggerire la bolletta, con risultati fino al 30% in meno, senza dover dire addio a tutti i benefici a cui si è abituati. Un vantaggio particolare dei termostati intelligenti e delle valvole termostatiche per coloro che ora si trovano a passare molto tempo a casa è la possibilità di gestire il riscaldamento individualmente, stanza per stanza, consentendo di avere il clima ideale senza sprechi.

Come mantenere pulita l’aria in casa e ridurre gli sprechi

Ora che lo smart working è entrato ufficialmente come metodo di lavoro anche Italia, per fronteggiare l’emergenza e rispettare il distanziamento sociale, chi deciderà di usufruirne anche in futuro può decidere di prendere in considerazione alcuni importanti accorgimenti, come la ventilazione e lo spurgo dei propri radiatori, e dovrebbe valutare di implementare sistemi di efficienza energetica a lungo termine, come un migliore isolamento o una caldaia in grado di ottimizzare i propri consumi. Altrettanto importante quando si trascorre molto tempo a casa è assicurarsi che la qualità dell’aria sia buona, anche ricorrendo all’aiuto di depuratori e purificatori per ambiente, areare completamente gli ambienti almeno una volta al giorno per un minimo di 15 minuti può aiutare ad eliminare gli inquinanti domestici, ridurre gli odori, aumentare il livello di ossigeno, diminuire l’umidità. Una buona qualità dell’aria, infatti, migliora sia la salute che la produttività.

Desivero_Idraulico 4.0 Manutenzione Climatizzatori

Sul portale Desivero è possibile prenotare il servizio di manutenzione del climatizzatore (mono, dual e trialsplit) sia come singolo intervento che come canone annuale, inclusi la pulizia dei filtri, la sanificazione dello scambiatore delle unità interne ed esterne e il controllo generale del funzionamento del condizionatore. Sulla piattaforma, inoltre, è possibile scegliere tra sistemi di ultima generazione, dai climatizzatori con filtri purificanti fino ai sistemi di ventilazione meccanica controllata (VMC), che consentono un ricambio costante dell’aria negli ambienti chiusi, ed è attivo anche Wizard Clima, un configuratore per sistemi di raffreddamento e riscaldamento che guida l’utente nella scelta personalizzata delle soluzioni migliori in base alle proprie esigenze. www.desivero.com

Per mantenere inalterata la qualità dell’aria negli ambienti domestici e ridurre gli sprechi, è molto importante effettuare anche una corretta manutenzione e igienizzazione di climatizzatori e condizionatori. Per Desivero, piattaforma di servizi e prodotti nell’ambito della termoidraulica e dell’arredo bagno, alcuni apparecchi non necessitano necessariamente dell’intervento esterno di un tecnico, ma possono essere manutenuti senza l’intervento di esperti in tre semplici mosse:

  • sollevare lo sportello in corrispondenza della griglia di emissione dell’aria dove si trova il filtro;
  • eliminare gli accumuli più importanti di polvere con l’aiuto di un pennellino e poi passare la superficie con un panno in microfibra lievemente inumidito d’acqua e sapone;
  • quando il filtro è pulito passare nuovamente un panno inumidito solo con acqua e aspettare che si asciughi prima di rimontarlo sul condizionatore.
 
Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!