L’arte a casa tua

Alma Dainesi
A cura di Alma Dainesi
Pubblicato il 02/03/2017 Aggiornato il 17/08/2018

Amate l'arte e volete trasformare la vostra casa in una galleria dove esporre opere realizzate apposta per voi? Da oggi si può.

arte

Art Sweet Art è una piattaforma nata nel 2016 dal presupposto che l’arte sia un bene comune, da condividere anche e soprattutto negli spazi domestici, all’interno di un contesto intimo e famigliare. Per questo favorisce una relazione stretta tra artisti e committenti: l’artista viene ospitato a casa del collezionista e con lui sceglie un’opera d’arte da realizzare e da esporre per poi renderla visitabile su appuntamento a chiunque voglia vederla. In questo modo viene a crearsi in tutta Italia una rete diffusa di piccoli musei domestici attraverso l’attivazione di residenze di artisti in case private. Tutti possono trasformare la loro casa in una galleria d’arte, il meccanismo è semplice: il collezionista sceglie l’artista sulla piattaforma (www.artsweetart.net) e, dopo una preliminare conoscenza, lo invita a trascorrere un periodo nella sua casa, luogo in cui prenderà forma l’opera che verrà poi resa nota a un pubblico più vasto con un vernissage aperto al pubblico e che resterà esposta nella dimora visitabile su appuntamento.

Al momento sul sito sono presenti 12 artisti, 5 sono le residenze domestiche all’attivo. Se è vero che il mecenatismo è sempre esistito, è altrettanto vero che non è mai stato così coinvolgente e “a portata di casa”. Art Sweet Art si fa promotore di un’idea di arte come fonte di socialità in cui i ruoli di artista e committente vengono ridiscussi in un’ottica di partecipazione, dalla scelta dei contenuti, dei soggetti, della tecnica, dell’allestimento, fino alla condivisione dello spazio domestico, il contesto in cui l’opera d’arte andrà a vivere. Tra committente e artista, si stabilisce un rapporto diretto, fondato sullo scambio, sulla fiducia e, al tempo stesso, sulla sorpresa. Entrambi partecipano alla creazione dell’opera d’arte, decidendo insieme tipologia di intervento (tema, dimensioni e collocazione), garantendo tuttavia all’artista la libertà di esprimersi secondo il proprio linguaggio. L’inaugurazione della mostra diventa poi un momento di forte socialità, nel quale il committente apre le porte della propria casa a vicini, amici, curiosi.

Il prezzo di un’opera a domicilio parte da 800 euro e varia a seconda del tipo di materiale utilizzato, delle dimensioni e della complessità dell’intervento. 

Clicca sulle immagini per vederle full screen

  • Marta primavera, Duomo vecchio. www.artsweetart.net
  • Francesco Ciavaglioli, Vulgata, www.artsweetart.net
  • ilaria margutti,  Above the Skin, misura 110 × 110 cm, ricamo su tela 2013, www.artsweetart.net