La cucina del futuro? Trasformabile, in stile 100% italiano

Premiati i progetti degli studenti del master in Interior design e product design dell'Istituto Ied di Milano.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 15/11/2014 Aggiornato il 15/11/2014
La cucina del futuro? Trasformabile, in stile 100% italiano

La cucina è il luogo in cui design e cultura si incontrano e in cui il Made in Italy rappresenta un valore aggiunto, molto ricercato e apprezzato non solo in Italia ma anche all’estero. Tutte caratteristiche che si ritrovano nel concept cucina Tricolore, vincitore del Febal Lab contest, il laboratorio di creatività ideato da Febal con il sostegno di Elica e Cleaf, allo scopo di promuovere sperimentazioni e idee innovative. Il Febal Lab contest ha coinvolto, per il secondo anno consecutivo, gli studenti internazionali dei master in Interior design e product design dello Ied di Milano. A scegliere i progetti migliori è stata una giuria composta dal management di Febal, Cleaf ed Elica, lo studio di architettura Venturi e i docenti dell’istituto Ied. Il progetto Tricolore, premiato con il Best Free Kitchen, si sviluppa in cinque declinazioni differenti ispirate ad altrettante città d’arte italiane: Venezia, Milano, Firenze, Napoli e Palermo. È composta da tre elementi forti: la presenza di pannelli decorativi, un’isola o penisola attrezzata e solidi moduli base. Protagonista la zona operativa che si trasforma, a seconda delle versioni, da semplice piano snack a bancone di lavoro multifunzione. La giuria ha poi riservato il premio della critica, il Best Salience and Attraction Project, al progetto Maestro Kitchen che per le sue componenti altamente personalizzabili rappresenta un nuovo modo di concepire lo spazio cucina: un modello dalle linee moderne che permette di combinare diversi elementi, fissi o scorrevoli, realizzati in differenti dimensioni, facilmente aggiungibili o removibili. 

La cucina Tricolore è frutto del lavoro in team di cinque studenti del master Ied in Interior design e product design: Sinem Ergunay, Damla Teoman, Dilara Keskin, Sjors va de Meer e Veronica Aristizabal. Il progetto si sviluppa in cinque declinazioni differenti ispirate ad altrettante città d'arte italiane: Venezia, Milano, Firenze, Napoli e Palermo.

La cucina Tricolore – vincitore del Febal Lab contest, il laboratorio di creatività ideato da Febal con il sostegno di Elica e Cleaf – è frutto del lavoro in team di cinque studenti del master Ied in Interior design e product design: Sinem Ergunay, Damla Teoman, Dilara Keskin, Sjors va de Meer e Veronica Aristizabal. Il progetto si sviluppa in cinque declinazioni differenti ispirate ad altrettante città d’arte italiane: Venezia, Milano, Firenze, Napoli e Palermo.

 

Premiata con il Best Salience and Attraction Project, la Maestro Kitchen, disegnata da Nourane Abdel-Latif, Milena Oropallo, Caterina Rocca, Andrea Tata e Phyu Win, si caratterizza per le linee moderne e la possibilità di combinare diversi elementi, fissi o scorrevoli, realizzati in differenti dimensioni, facilmente aggiungibili o removibili.

Premiata con il Best Salience and Attraction Project, la Maestro Kitchen, disegnata da Nourane Abdel-Latif, Milena Oropallo, Caterina Rocca, Andrea Tata e Phyu Win, si caratterizza per le linee moderne e la possibilità di combinare diversi elementi, fissi o scorrevoli, realizzati in differenti dimensioni, facilmente aggiungibili o removibili.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!