Il grattacielo più alto del mondo: sul Burj Khalifa di Dubai il mondo si guarda “At The Top”

Anche solo una visita al grattacielo più alto del mondo vale un viaggio a Dubai, negli Emirati Arabi: nello skyline della metropoli, che cresce a vista d'occhio sfidando il deserto, spiccano gli 828 metri di altezza del Burj Khalifa. Un gigante sottile in vetro e metallo, straordinario esempio di architettura verticale che interpreta il futuro delle città.

Silvia Scognamiglio
A cura di Silvia Scognamiglio
Pubblicato il 20/05/2016 Aggiornato il 06/09/2018
Il grattacielo più alto del mondo: sul Burj Khalifa di Dubai il mondo si guarda “At The Top”

L’edificio dei primati, il grattacielo più alto del mondo: il Burj Khalifa è il simbolo di Dubai. Dalle due terrazze panoramiche, l’Observation Deck At The Top al 124° e 125° piano e il livello Sky al 148°, si può godere di una visuale straordinaria, spaziando con lo sguardo dal mare al deserto e dominando – nel mezzo – la città con le sue arterie trafficate e le sue avveniristiche costruzioni, stagliate in altezza come fossero modellate in un grande plastico. La sensazione è quella di guardare dal finestrino dell’aereo mentre atterra.

La gigantesca torre vanta il record di ben 160 piani abitabili, perlopiù occupati da uffici, ma anche da abitazioni residenziali, ristoranti e hotel; soltanto gli ultimi piani, dal 160 al 200, non sono utilizzabili perché le oscillazioni dovute all’altezza non lo consentono. Costruito in tempi record, meno di sei anni di lavoro tra il 2004 e il 2010 (esattamente 1325 giorni), Burj Khalifa è un concentrato di tecnologia e soluzioni ingegneristiche. Per realizzare le fondazioni, profonde oltre 50 metri, sono stati impiegati 45.000 metri cubi di cemento, 39.000 tonnellate di alluminio e acciaio per la struttura, 103.000 metri quadrati di vetro per le facciate.

Il sistema di isolamento consente di ottimizzare il comfort termico interno e di contenere i consumi di energia per il raffrescamento degli ambienti (a Dubai le temperature estive arrivano anche a superare i 50 °C). La forma del grattacielo, che varia ai diversi livelli di altezza evidenziando diametri differenti ben visibili guardando il Burj Khalifa in lontananza, è stata progettata per ridurre l’impatto dei venti sul corpo dell’edificio e quindi le oscillazioni orizzontali e le vibrazioni.

Il progetto e la costruzione sono il risultato di una cooperazione internazionale, alla quale ha preso parte un team formato da consulenti e imprese degli Emirati Arabi e di tutto il mondo.

Clicca sulle immagini per vederle full screen

phpo2NAGlPML’altezza totale di 828 metri ha permesso al Burj Khalifa di superare, e di tanto, tutti gli altri grattacieli sparsi nel mondo, tutti i simboli dell’architettura verticale dalla Cina agli Stati Uniti. Il più alto grattacielo di Shangai, il World Financial Centre, è infatti di 492 metri, di 508 metri il Tapei 101 a Taiwan; mentre l’Empire State Building a New York raggiunge “solo” i 381 metri, i 300 metri la torre Eiffel di Parigi.

phprp6h3fPM

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!