Erogatori d’acqua: Legambiente premia Culligan per il contributo ecologico

L'associazione ambientalista senza scopo di lucro Legambiente ha premiato la nuova linea di frigogasatori Culligan per il contributo ecologico e l'impegno dell'azienda nel ridurre l'inquinamento da bottiglie in plastica.
Stefania Lobosco
A cura di Stefania Lobosco
Pubblicato il 17/01/2020 Aggiornato il 17/01/2020
Culligan Scenario @copyright Culligan (1)

Salvaguardare il Pianeta contro l’inquinamento da plastica anche attraverso le piccole azioni quotidiane si può ed è questo l’obiettivo perseguito da Culligan – azienda leader a livello internazionale nel campo del trattamento dell’acqua – che da oltre 80 anni si impegna per diffondere un consumo più sostenibile e responsabile dell’acqua, sviluppare soluzioni innovative per il risparmio idrico e per ridurre l’inquinamento causato dall’utilizzo di bottiglie in plastica.

Quest’anno anche Legambiente, una delle più autorevoli associazioni ambientaliste italiane no profit, ha riconosciuto e premiato il contributo ecologico apportato dalla nuova gamma di frigogasatori Culligan ovvero i nuovi dispositivi domestici che permettono di ottenere direttamente in casa acqua a temperatura ambiente, refrigerata naturale e gassata di qualità. Questi apparecchi si collegano, infatti, direttamente alla rete idrica ed effettuano il trattamento diretto dell’acqua in ingresso dal rubinetto, in modo da fornirla già depurata, fresca ed eventualmente frizzante.

L’Italia è il terzo Paese al mondo per utilizzo di acqua in bottiglia e il primo in Europa, nonostante l’acqua erogata dai rubinetti sia sana e controllata; ecco perché Legambiente si impegna per stimolare la fiducia dei cittadini ad apprezzare maggiormente l’acqua del rubinetto, adottando abitudini più green, che consentono di prevenire i rifiuti in plastica e l’inquinamento generato dal trasporto dell’acqua in bottiglia. Dopo questo riconoscimento, la nota organizzazione ambientalista ha quindi scelto di utilizzare negli uffici della propria sede di Milano gli erogatori Culligan di acqua a km0.

Questi innovativi erogatori d’acqua al punto d’uso Culligan, pensati e realizzati per rispondere alle esigenze del settore domestico (Selfizz), degli uffici (Biorefresh) e del mondo Ho.re.ca (Aquabar), sono stati sottoposti ad una serie di importanti verifiche tecniche e di impatto ambientale per ottenere il riconoscimento da parte di Legambiente.

Giulio Giampieri, Presidente di Culligan Italia, ha inoltre sottolineato l’importante impegno profuso dall’azienda che, nel corso del 2019, ha lanciato l’iniziativa plastic-free “Culligan water Battle” per promuovere nei confronti di privati e aziende azioni concrete volte ad azzerare il consumo di bottiglie in plastica.

Cosa si intende per erogatori d’acqua al punto d’uso?

Quando si parla di erogatori d’acqua al punto d’uso ci si riferisce ai distributori d’acqua direttamente collegati alla rete idrica. In pratica, si tratta di sistemi filtranti installati direttamente al rubinetto, ovvero il punto “d’uso” da cui viene prelevata l’acqua.

Perché scegliere l’acqua del rubinetto

  • L’acqua del rubinetto in Italia oggi subisce stringenti controlli, pertanto può essere considerata sana;
  • le bottiglie in plastica sono difficili da smaltire e non si ha evidenza dello stato di conservazione dei pallet di bottiglie nei magazzini prima che arrivino sulle nostre tavole. Basti pensare che sole o sbalzi repentini di temperatura non giovano di certo al Pet di cui sono composte le bottiglie e le cui sostanze possono disciogliersi nell’acqua;
  • la plastica è il materiale più difficile da smaltire. Per smaltire una bottiglia in plastica sono necessari tra i 500 e i 1.000 anni a fronte dei 100 anni necessari per una bottiglia in vetro;
  • secondo recenti studi le microplastiche contenute nell’acqua minerale in bottiglia sono di gran lunga maggiori rispetto a quelle presenti nell’acqua di rubinetto e finiscono nel nostro organismo.
Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!