Convivenza: tra arredi ed elettrodomestici ecco quando spendono in media le coppie

Quando una coppia decide di andare a convivere occorre preventivare una serie di spese da affrontare per rendere la nuova dimora il proprio nido. Un sondaggio rivela la cifra media per comprare ciò che manca nella nuova casa.
Alessandra Caparello
A cura di Alessandra Caparello
Pubblicato il 24/11/2019 Aggiornato il 24/11/2019
coppia che fa un trasloco per iniziare una convivenza

La convivenza è un passo molto importante nella vita di una coppia e gli italiani non hanno alcuna paura di dover rimettere in discussione il proprio “spazio” di vita, affrontando lavori di ristrutturazione e acquisti per la casa in vista della convivenza con il proprio partner. Ma quanto spendono in media le coppie per andare a convivere? 

La cifra emerge da un sondaggio commissionato da eBay.it* secondo cui  dalla ritinteggiatura alla ristrutturazione dei bagni, sono soprattutto le coppie giovani a mettersi in gioco, separandosi, in caso di doppioni, da arredi ed elettrodomestici e affrontando un investimento medio che sfiora gli 800 euro per comprare ciò che manca nella nuova casa (a partire da una lavatrice o una lavastoviglie, fra gli oggetti più acquistati).

Convivenza: quali lavori in casa si fanno e quali arredi si comprano prima del grande passo

Soffermandoci sulla sfera più pratica della convivenza, nella prospettiva di andare a convivere, il 69% degli intervistati ha apportato modifiche alla casa, con un picco del 73% fra i più giovani (18 – 34 anni). Scendendo nel dettaglio: il 28% ha ritinteggiato i muri, il 13% ha apportato modifiche alla camera da letto e il 13% ha scelto di intervenire riqualificando il bagno.

Inoltre quasi tutti hanno dichiarato di aver investito per l’acquisto di nuovi arredi comuni. Lavastoviglie e lavatrice sono gli oggetti che, secondo la ricerca, vengono maggiormente acquistati dalle coppie in occasione del trasferimento in una nuova casa. Il 13,57% dei partecipanti al sondaggio, infatti, non era in possesso di una lavastoviglie e il 12,49% aveva bisogno di una lavatrice.

Chi ha cominciato una convivenza in genere ha conservato sempre e almeno un elemento valutato per la sua funzionalità. Importante, soprattutto per le donne, il legame affettivo con l’oggetto in questione: il 22% delle intervistate (contro 19% medio dell’intero campione), ha dichiarato di tenere a cimeli di famiglia e ricordi di vacanze o di persone lontane. Mentre il 18% degli uomini ha risposto di considerare, prima di tutto, il valore dell’oggetto. Nella nuova dimora la coppia porta con s’ almeno un oggetto che arriva dal passato, ma per liberarsi del superfluo circa la metà dei novelli conviventi ha venduto cose che altrimenti sarebbero risultate doppie o inutili (in media si parla di 3 o 4 oggetti per un valore di quasi 500 euro). Nel caso di rivendita di un elettrodomestico o un elemento d’arredo, una gran parte del campione (48%) ha dichiarato di essersi affidata a piattaforme online.

* Sondaggio online svolto con Pollfish ad agosto 2019 su un campione di 1000 italiani dai 18 anni in avanti.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!