Come scegliere l’ADSL per casa

Strumento indispensabile nelle nostre case, la connessione ad internet è una spesa da inserire nel bilancio familiare e che può essere “tagliata” scegliendo l’offerta che fa al caso proprio e alle proprie esigenze.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 20/08/2016 Aggiornato il 20/08/2016
Come scegliere l’ADSL per casa

Tra le spese che pesano sul budget familiare, oltre alle utenze quali luce, gas e acqua vi è anche internet, uno strumento ormai indispensabile nelle nostre case. La connessione internet di casa resta infatti una necessità per la maggior parte degli italiani. Oggigiorno sono tantissime le offerte presenti sul mercato e molte sono “a pacchetto” comprendendo telefono e ADSL. È importante scegliere la tariffa giusta, confrontando le varie proposte per trovare quella più conveniente. Ecco una mini guida con consigli e accorgimenti utili nella scelta della connessione internet per casa.

ADSL: cos’è e le caratteristiche da valutare

Quando si parla di connessione ad internet si parla di ADSL, acronimo di Asymmetric Digital Subscriber Line, una tecnologia di trasmissione dati utilizzata per l’accesso alla rete Internet ad alta velocità. Quindi per scegliere la migliore offerta internet per casa dobbiamo valutare le offerte ADSL presentate dai vari operatori. Uno dei più importanti parametri di valutazione della qualità della connessione ad internet è la velocità dell’ADSL. Essa si misura in Mbit/s o Kbit/s e si distingue in velocità di download e velocità di upload, la prima determina la velocità di ricezione dati da Internet, la seconda invece indica la velocità di trasmissione dati verso Internet. Nell’uso comune dell’ADSL è più importante la velocità di download perché fa riferimento alla velocità con cui si aprono le pagine Web, la riproduzione di filmati, il download dei file, tutte operazioni ordinarie quando si naviga su internet.  In genere per casa la migliore velocità di download è tra 20 e 50 Mbps. Oltre alla velocità della connessione è importante valutare la copertura della rete nella propria zona. Alcuni operatori nella fase di sottoscrizione del contratto mettono a disposizione degli appositi strumenti di verifica per sapere con certezza se la nostra casa è raggiunta dall’ADSL e con quali velocità per download ed upload.

I consigli per scegliere la migliore offerta ADSL per casa

Detto ciò vediamo quali accorgimenti prendere nella scelta della migliore offerta ADSL per la propria abitazione. La prima cosa da prendere in considerazione sono le proprie esigenze personali. Quando si naviga da casa, si può avere necessità solo dell’ADLS o di un pacchetto combinato di ADSL e telefono. La prima è una soluzione indicata soprattutto per chi non ha esigenza del telefono fisso o per chi vuole affiancare al canone telefonico un’offerta specifica per navigare in Internet, mentre la seconda, ADSL + telefono, è la soluzione migliore per chi vuole risparmiare con un’offerta completa, che comprende sia le telefonate che la navigazione e necessita di una linea telefonica, e le tariffe variano in base alla copertura. La scelta della migliore offerta di ADSL per casa dipende anche dalle proprie abitudini di consumo, se si è un utente abituale o saltuario, se si passano molte ore al pc o al telefono oppure no. Valutando questi aspetti si potrà capire se è meglio attivare un abbonamento, ideale per chi naviga molto, nel tempo libero o per lavoro,  o una tariffa a consumo, preferibile invece per chi usa internet in maniera “mordi e fuggi”, pagando così in base all’effettivo utilizzo. In tal caso però bisogna prestare molta attenzione alle offerte dei vari operatori perchè non è raro trovare abbonamenti ad internet che risultino più convenienti rispetto ad un piano tariffario a consumo.

Una volta delineate le proprie abitudini di consumo, il modo migliore per individuare l’offerta ADSL più conveniente per le proprie esigenze è quello di confrontare le offerte degli operatori. Vengono in aiuto alcuni comparatori che si trovano sempre on line che in pochi click permettono di trovare l’offerta migliore tra le decine di proposte presenti sul mercato.  Una volta individuata l’offerta che fa al caso proprio è importante leggere con attenzione le condizioni contrattuali offerte da quel gestore, visto che accanto al costo mensile per la connessione internet possono esserci spese aggiuntive come i costi di attivazione in caso di nuova linea o di passaggio ad altro operatore, quelli di  disattivazione per l’operatore cedente, servizi accessori e il noleggio del modem. Proprio in riferimento al noleggio del modem, il costo è assai variabile e spesso gli operatori lo includono nel pacchetto a costo zero, mentre altre volte prevedono un pagamento mensile contenuto, di circa 3,90 euro al mese. Per evitare questa spesa mensile, è possibile acquistare separatamente il modem, non chiedendone il noleggio.

Quando poi si decide di sfruttare una specifica promozione è opportuno verificarne la durata visto che il più delle volte si tratta di offerte che durano 6 o 12 mesi e non si può recedere dal contratto se non dopo 24 mesi.

Come attivare la nuova linea ADSL

Per attivare una nuova connessione la procedura è molto semplice. Basta direttamente chiamare l’operatore che procederà autonomamente ad installare la linea ADSL. Per chi avesse già una connessione internet attiva e volesse cambiarla, non modificando il numero di casa, passando ad un operatore più conveniente, non deve far altro che contattare il nuovo fornitore e sottoscrivere il nuovo contratto. E’ bene sapere però che tutte le compagnie richiedono in caso di recesso anticipato il pagamento di una cifra che varia in base alle caratteristiche dell’offerta. Il tempo massimo standard per il passaggio da un operatore ad un altro è di 30 giorni. L’unico compito richiesto al cliente è comunicare al nuovo operatore il cosiddetto codice di migrazione, il codice presente su tutte le fatture di pagamento del vecchio fornitore oppure in alternativa può essere richiesto contattando telefonicamente il gestore.

Il nuovo contratto si stipula a distanza, ovvero tramite internet o telefono. In quest’ultimo caso il cliente potrà dare il suo consenso alla registrazione della telefonata e dimostrare in tal modo l’effettiva accettazione del contratto. In seguito, l’operatore con cui si è scelto di attivare la tariffa invierà un modulo di conferma recante tutti i dettagli dell’offerta, ossia costi, modalità di pagamento, caratteristiche del servizio, durata del contratto e così via. Il consenso prestato per telefono è valido giuridicamente a tutti gli effetti.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!