Casa sicura anche in vacanza

Il rischio di furti e atti vandalici d'estate aumenta: qualche consiglio per lasciare in sicurezza la propria casa ed evitare al rientro una spiacevole sorpresa.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 24/07/2013 Aggiornato il 24/07/2013
Casa sicura anche in vacanza
Protexial Io di Somfy

Con l’arrivo dell’estate i ladri hanno gioco facile. Ma domotica, chiavi speciali, sistemi di sicurezza avanzati e qualche piccolo accorgimento possono dissuadere i malintenzionati. Innanzitutto viene in soccorso ai vacanzieri la domotica, che nemmeno rende necessaria l’installazione di impianti di videosorveglianza eccessivamente costosi: bastano webcam nascoste nei punti d’accesso di casa per controllare in tempo reale quello che succede, mentre siete assenti. Collegandosi in accesso remoto alle “guardie digitali” sparse agli ingressi, potrete accertarvi su cosa stia accadendo nel caso in cui vi arrivi un avviso di rilevamento di movimenti sospetti nell’area videosorvegliata. L’algoritmo che individua i movimenti può essere configurato con vari parametri e si possono definire gli orari di registrazione della webcam, nonché diverse opzioni per la videocattura. In base a requisiti, opzioni e funzioni della webcam scelta, il costo di queste soluzioni varia.

Più sofisticati sistemi antintrusione e antirapina sono composti da sensori installati in corrispondenza di porte e finestre e collegati alle centrali di polizia. Nel caso in cui scattasse l’allarme, un messaggio parte automaticamente per richiedere un pronto intervento. Una casa domotica, inoltre, permette di programmare comandi di accensione/spegnimento luci in automatico, che simulano la presenza di persone.

Qualora la domotica fallisse, spetta alla porta blindata non fare entrare i ladri. Quelle di prima generazione oggi si rivelano vulnerabili a eventuali forzature da parte di “esperti del mestiere”. È consigliabile, dunque, che tutte le serrature, quelle del cancello, come del garage e del portone di ingresso, utilizzino chiavi a duplicazione controllata, ossia riproducibili soltanto dietro presentazione di un tesserino che ne legittimi la richiesta. Per evitare intrusioni al pian terreno è raccomandato installare inferriate alle finestre e alle portefinestre, e alle tapparelle sistemi che diminuiscano il rischio di sollevamento.

Una cassaforte nascosta in un punto ben riparato della casa costituisce poi il mezzo più tradizionale, ma sempre efficace per custodire preziosi e gioielli, di cui è utile tenere un elenco e produrne una documentazione fotografica, da esibire in caso di eventuali segnalazioni da presentare alle assicurazioni.
Con i più avanzati sistemi di sicurezza, è il buon senso il migliore “custode” di casa: evitate di far sapere per quanto tempo resterete in vacanza, tramite messaggi registrati in segreteria telefonica o post sui social network, “spie” utilissime per i ladri. E, infine, allertate i vicini di avvisarvi qualora avvistassero movimenti sospetti e, nel caso di lunghe assenze, chiedete loro di svuotare periodicamente la cassetta della posta.
Altri utili consigli sui comportamenti da adottare quando si lascia casa vuota sono reperibili sul sito della Polizia di Stato.

Fonti / Bibliografia

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!