Bollette di casa ai tempi del Coronavirus: i consigli per risparmiare

Con la quarantena e l’obbligo di stare in casa, i consumi aumentano con una conseguente crescita delle bollette. Ecco un breve vademecum con consigli e accorgimenti per evitare salassi.
Alessandra Caparello
A cura di Alessandra Caparello
Pubblicato il 08/04/2020 Aggiornato il 08/04/2020
Bollette di casa ai tempi del Coronavirus: i consigli per risparmiare

L’emergenza sanitaria che sta vivendo il nostro Paese a causa del Coronavirus ha portato  tra le altre cose non solo ad uno stop di molte attività economiche ma anche al calo del costo delle materie prime legate all’elettricità e al gas. Una buona notizia che però di fatto non significa automaticamente che le bollette di casa sono più leggere. Anzi, con la quarantena e l’obbligo di stare nelle quattro mura domestiche, i consumi aumentano e il che porta ad una crescita della spesa mensile.

Cosa fare per evitare sprechi ed evitare salassi? È il comparatore on line Facile.it che ha realizzato un utile e breve vademecum con una serie di accorgimenti per risparmiare sui consumi di casa in questo periodo di lockdown.

Verificare il contratto di fornitura

Il primo consiglio per chi è nel mercato libero è di verificare il proprio contratto di fornitura. Se si ha un contratto con offerta a prezzo fisso –  ossia quando l’operatore definisce un prezzo certo e un orizzonte temporale di validità, solitamente dodici mesi – il costo della componente energia della bolletta viene bloccato alla sottoscrizione e non varia fino al termine di validità, normalmente fissato a 12 o 24 mesi. In questo caso, quindi, per il cliente non cambierà nulla dal punto di vista delle tariffe e se non si tengono sotto controllo i consumi, la bolletta potrebbe addirittura aumentare.

Chi invece ha un’offerta a prezzo indicizzato – quando cioè il prezzo della materia prima è legato a un indice, che varia in funzione dei prezzi di qualcosa (generalmente, i prezzi all’ingrosso del gas) e il cliente conosce in anticipo solo a quale indice l’operatore farà riferimento per stabilire il prezzo finale, ma non può conoscere l’esatto ammontare della cifra fino al momento della fornitura –  potrebbe vedere, già nelle prossime fatture, un calo del costo della componente energia. Questo perché l’indice a cui si aggancia il prezzo per l’energia varia periodicamente perché legati all’andamento del costo delle materie prime che, quando calano come in questo periodo, determinano un abbassamento del peso della bolletta. Attenzione però perché l’indice di riferimento potrebbe essere diverso da operatore a operatore quindi è meglio assicurarsi che il contratto sia agganciato agli indici che in questo momento stanno diminuendo.

Valutare il passaggio al mercato libero

Sebbene manchi ancora più di un anno alla fine della maggior tutela nel settore elettrico e nel gas, il periodo attuale potrebbe essere quello giusto per valutare di passare al mercato libero visto che alcuni fornitori stanno effettuando offerte molto competitive.

Cambiare operatore

Il momento attuale è propizio anche per chi si trova già nel mercato libero con un’offerta a prezzo fisso, ma voglia  valutare un possibile cambio fornitore. Chi ha sottoscritto un contratto nel mercato libero in passato, cambiando compagnia potrebbe aggiudicarsi condizioni più favorevoli e bloccarle fino al termine previsto dal nuovo fornitore.

 (Ri)valutare la propria tariffa bioraria

Altro consiglio per risparmiare sui consumi di casa riguarda la tariffa bioraria, con un costo scontato del prezzo dell’energia nelle fasce serali. Via libera quindi all’accensione della lavatrice, lavastoviglie e altri elettrodomestici di sera. Ma cambiando le abitudini domestiche è molto facile che ci sia un aumento del costo finale della bolletta. Per evitare un salasso, il consiglio è valutare il passaggio ad una tariffa monoraria o, ancora, cambiare le fasce biorarie optando per uno sconto nelle ore diurne anziché in quelle serali.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!