Milano Digital Week 2019: dal 13 al 17 marzo, Milano capitale dell’innovazione

Stefania Lobosco
A cura di Stefania Lobosco
Pubblicato il 10/03/2019 Aggiornato il 10/03/2019

Dal 13 al 17 marzo Milano ospita la seconda edizione della Milano Digital Week, una settimana interamente dedicata all'innovazione, con più di 500 eventi tra mostre, dibattiti, conferenze, workshop, spettacoli, laboratori e installazioni. "Intelligenza Urbana" è il tema di quest'anno.

milano-digital-week 2019

Dopo il successo dell’edizione 2018, torna a Milano l’appuntamento con l’innovazione. La Milano Digital Week si terrà dal 13 al 17 marzo e coinvolgerà l’intera metropoli con 500 eventi diffusi.

Cinque giorni a porte aperte dedicati alla produzione e diffusione di conoscenza e innovazione attraverso il digitale, con un approccio inclusivo, trasversale e partecipativo.  Altissimo il tasso innovativo delle iniziative, che condurrà cittadini, addetti ai lavori e turisti alla scoperta del cuore digitale di Milano. La Digital Week è anche l’occasione per l’Amministrazione comunale di mostrare a che punto è la trasformazione digitale della città e dove vogliamo arrivare

Professionisti, addetti ai lavori, cittadini, curiosi e appassionati di tutte le età avranno la possibilità di scoprire i tanti volti della Milano digitale riuniti in un unico palinsesto di mostre, dibattiti, seminari, workshop, convegni, performance, spettacoli, installazioni e laboratori. 

La Milano Digital Week, alla sua seconda edizione, è la più grande manifestazione italiana dedicata all’educazione, alla cultura e all’innovazione digitale promossa dal Comune di Milano – Assessorato alla Trasformazione digitale e Servizi civici – e realizzata da Cariplo Factory, IAB Italia – Interactive Advertising Bureau e Hublab. Si propone di aiutare a comprendere come l’innovazione stia cambiando il nostro modo di vivere, lavorare, interagire e come questo possa contribuire sempre di più a migliorare il nostro quotidiano, la qualità della vita e il futuro stesso della città.

Quest’anno la settimana dedicata ad innovazione e digitale è incentrata sul tema dell’Intelligenza Urbana, con cui ci si riferisce alla moltitudine di tecnologie e applicazioni che trasformano la città, il lavoro e le relazioni umane impattando sulla vita pubblica e privata dei cittadini, su tutti i servizi a loro dedicati e anche il contributo che i cittadini stessi, a partire dalle loro competenze ed esperienze, portano alla vita della comunità.

Intelligenza urbana è anche quell’impresa collettiva che consente di processare e di rendere materia o servizi il progetto. E ancora, è quell’intelligenza che presiede al tempo libero, che si frammenta in tanti rivoli. La trasformazione digitale trasforma anche l’intelligenza, e l’intelligenza rende diversa ogni giorno questa trasformazione.” – ha dichiarato Nicola Zanardi, Presidente di Hublab e curatore della Milano Digital Week.

Milano Digital Week 2019 ha un duplice obiettivo:

  • attenuare la difficoltà di accesso alle tecnologie, promuovendo modelli di alfabetizzazione digitale che favoriscano integrazione, apprendimento e condivisione;
  • mostrare e connettere il tessuto progettuale e produttivo della città, indicando i percorsi di crescita individuale e collettiva, già in essere e prospettici.

Pensata e organizzata come un grande racconto collettivo fatto di esperienze e progetti in divenire, esempi virtuosi di trasformazione e nuove opportunità. Il palinsesto 2019 tocca e mette insieme tutti i principali temi tecnologici contemporanei ovvero intelligenza artificiale, robotica, Internet of Things, blockchain, a questo si aggiungono iniziative di educazione digitale e networking con lo scopo primario di diffondere la conoscenza del digitale. 

Saranno coinvolti Istituzioni, Università, centri di produzione del sapere, luoghi di informazione e di ricerca, associazioni e aziende, start up e tante realtà piccole e grandi. Tutti gli attori del digitale, uniti per far conoscere ai cittadini il proprio know-how e i vari volti della Milano digitale. Dalla salute all’educazione, dalla mobilità all’economia, dall’arte alla robotica, dall’intelligenza artificiale all’industria 4.0.

Numerose realtà daranno vita ad iniziative di grande interesse. BASE Milano, con i suoi 6000 metri quadri, sarà la sede principale della Milano Digital Week, a cui si aggiungono la Triennale di Milano, il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia e Palazzo Giureconsulti per programmi e attività condivise.

Incontri e dibattiti si svolgeranno in quasi tutte le sedi universitarie della città: i “centri di produzione del sapere” rappresentano i luoghi per eccellenza per parlare delle trasformazioni in atto, ma anche le visite alle aziende pronte ad accogliere visitatori costituiscono punti vitali nella mappa del programma. Tra questi Accademia di Belle Arti di Brera, IULM – Libera università di lingue e comunicazione, NABA – Nuova accademia di Belle Arti, Politecnico di Milano, Università Bocconi, Università Cattolica del Sacro Cuore, Università degli Studi di Milano, Università degli Studi di Milano – Bicocca.

La straordinaria partecipazione di aziende, istituzioni, università, musei e associazioni, testimonia che la Milano Digital Week è riuscita a farsi interprete di un’esigenza diffusa: condividere la cultura e il sapere digitale per sostenere la crescita e lo sviluppo della città. E così migliorare la vita dei suoi cittadini. In fondo, Cariplo Factory è stata creata dalla Fondazione Cariplo proprio per questo motivo: contribuire alla crescita economica e sociale del Paese attraverso progetti inclusivi e partecipativi.” – ha dichiarato Carlo Mango, Consigliere Delegato Cariplo Factory.

Ecco i principali appuntamenti della Milano Digital Week 2019
 

Evento di apertura, Opening party e deejay set di radio RDS e HackPA

Ad aprire la Milano Digital Week nel quartier generale di BASE Milano in via Bergognone 34, mercoledì 13 marzo dalle 16.30 alle 18.00, sarà con la presenza del Sindaco Giuseppe Sala, l’evento “Intelligenza urbana, intelligenza collettiva”, a cura dell’Assessorato alla Trasformazione Digitale e Servizi Civici del Comune di Milano, un’importante occasione di confronto sull’impatto che le tecnologie digitali hanno sulla vita delle persone e delle organizzazioni e su come il digitale possa favorire la nascita di una “intelligenza collettiva”.

Opening party e deejay set di radio RDS

L’inaugurazione della Week proseguirà con un opening party organizzato da Scalo Milano e aperto alla città dalle 18.30 con deejay set di radio RDS. A questo evento si aggiungeranno altri importanti appuntamenti organizzati dal Comune di Milano, tra cui: un confronto con i rappresentanti internazionali del network “Cities Coalition for Digital Rights”; “Council of Global City CIO”, un dialogo tra i protagonisti della trasformazione digitale delle città internazionali per capire come sia possibile accelerare i processi di innovazione e digitalizzazione nelle pubbliche amministrazioni e nelle città;

HackPA

HackPA: una giornata di design thinking per progettare insieme la città di domani, per richiamare a raccolta assessori, tecnici ed esperti di innovazione per fare il punto sullo stato di trasformazione digitale del Paese. L’evento è organizzato in collaborazione con il Team per la Trasformazione Digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Talent Garden, FORUM PA ed ANCI.

Gli eventi a BASE Milano

Quartier generale della Milano Digital Week sarà BASE, dove si concentreranno alcuni degli appuntamenti di punta della manifestazione. In particolare dal 14 al 17 marzo (inaugurazione 13 marzo alle ore 18.30) la mostra “Interfacce del presente” a cura di IED Milano con la curatela di Tiziana Gemin e Fabio Paris, espone una serie di opere che simulano le reti neurali portando a chiederci se le macchine siano in grado di evocare emozioni nell’essere umano. L’esplorazione artistica di nuove applicazioni tecnologiche, può aiutarci a comprendere le reciproche relazioni uomo-macchina, anche in rapporto alla dimensione sempre più sociale delle nuove tecnologie. In mostra le opere di Marco Cadioli, Alessandro Capozzo, Ursula Damm, Edwin van der Heide, Limiteazero, Macoto Murayama, Philipp Schmitt, Anna Titovets. Wired organizza l’evento “Wired Health” (13 marzo dalle 9.00 alle 18.00) progetto di Wired Italia che racconta quali siano le innovazioni e i trend più recenti e rilevanti che si trovano nel punto di intersezione tra medicina, tecnologie digitali e nuovi stili di vita. Manager, scienziati, professionisti, medici e utenti finali a confronto su come e quanto il digitale stia trasformando il settore della salute. La Fondazione Silvio Tronchetti Provera con Cariplo Factory propone l’evento “The evolving role of the medical scientist in the digital era”, con la presenza del prof. Alberto Mantovani (immunologo), Direttore Scientifico Humanitas. Dal 2011 ad oggi gli investimenti nel settore dell’industria sanitaria digitale sono aumentati di ben cinque volte e l’intelligenza artificiale, in particolare, il deep learing impatterà a livello clinico-diagnostico, a livello gestionale con la riduzione di errori medici e a livello del paziente grazie alla possibilità di gestire e analizzare i propri dati sanitari allo scopo di migliorare e mantenere un buon stato di salute (14 marzo, ore 9.30, Cariplo Factory Arena). Grazie alla ING Challenge “Everyday Digital” si parlerà dei servizi digitali di cui i cittadini hanno bisogno per vivere meglio la propria quotidianità. Un momento di confronto e approfondimento dedicato al mondo dell’innovazione digitale con una pitch competition dedicata alle start up. Iniziativa a cura di ING in collaborazione con Cariplo Factory (15 marzo ore 18.00, Cariplo Factory Arena). Per una mobilità intelligente e sostenibile BMW Italia propone per la Digital Week test drive a bordo delle nuove vetture elettriche BMW i3 con illustrazione di plug-in hybrid e full-electric e ChargeNow, la soluzione digitale per la ricarica pubblica. IBM Italia affronta il tema dell’open source e dei servizi cloud con la conferenza “IBM Partycloud reloaded, dove le persone incontrano le idee” (14 marzo, 9.30 – 20.30). Un evento pubblico a cura di Nexi e Every child is my child affronta il tema attualissimo del cyberbullismo, fenomeno sempre più in crescita tra i bambini e gli adolescenti (16 marzo dalle 11.00 alle 13.00).

Gli eventi organizzati alla Triennale di Milano

Le Sale di Triennale Milano ospitano gli eventi artistico-culturali più significativi prodotti della Digital Week. Dal 15 al 17 marzo (inaugurazione 15 marzo ore 18.00) ArtsFor in collaborazione con Triennale Milano, mammafotogramma e il MUFOCO – Museo di Fotografia Contemporanea propone “Dollar Street”, primo progetto al mondo di rappresentazione fotografica di data storytelling dove le fotografie diventano dati, strumenti per capire la realtà dietro ai numeri, agli stereotipi e ai luoghi comuni. In Triennale, e per la prima volta, Dollar Street diventa una casa, un’esperienza visiva e immersiva nella quotidianità della vita e delle case del mondo che si scopriranno sorprendentemente simili alle nostre. In quest’occasione Dollar Street apre la sezione italiana per iniziare a raccontare le nostre case, catalogare oggetti e stili vita: un invito a mandare le vostre fotografie e a partecipare. “STARTS: il nesso tra arte e tecnologia”, a cura di Giannino Malossi / Blumine. STARS è un’iniziativa della Commissione Europea che sostiene la convergenza tra tecnologia e creatività artistica. STARTS presenta i temi e gli obiettivi dei nuovi progetti finanziati per generare l’ecosistema in cui artisti, designer e tecnologi lavorano insieme nell’Arte, nel Design e nella Tecnologia. Un palinsesto di incontri e conferenze che aprono un dialogo interdisciplinare tra arte, tecnologia e scienza (15-17 marzo, 10.30 – 20.30).

TRE LECTIO MAGISTRALIS, a cura di Hublab, affrontano diversi temi: il filosofo Carlo Sini nell’incontro “Uomo macchina automa” (15 marzo ore 18.30), organizzato in collaborazione con TeamSystem, ripercorre la storia partendo dalle prime macchine “pensanti” ai robot “intelligenti” arrivando a chiedersi in che modo la tecnologia ci ha originariamente resi umani, a partire dalle nostre prime protesi “tecniche”, il linguaggio e la scrittura. Giulio Sapelli, storico ed economista traccia un potente affresco del nostro tempo indagando rischi, opportunità e sfide dell’odierno capitalismo digitale e finanziarizzato nell’incontro “Macchine proprietà lavoro” (16 marzo ore 18.30). Alessandro Balducci, ordinario di urbanistica e attore in diversi ruoli strategici e progettuali di Milano offre al pubblico una lectio sulla città e su come essa rappresenti la più grande rivoluzione sociale, demografica ed economica attivata dalle tecnologie digitali “Cosa è smart nella civiltà urbana” (in collaborazione con Domus 17 marzo ore 18.30). Tutte le Lectio Magistralis si terranno in Salone d’Onore, ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Iniziative in programma a Torre Branca

Milano Trasmette Milano”, 36 ore di web broadcasting del suono della nostra città sulla nostra città. A cura di Elita in partnership con Radio Raheem, in diretta dalla Torre Branca una trasmissione ininterrotta da mezzogiorno di venerdì 15 fino a mezzanotte di sabato 16 marzo. Un susseguirsi di storie e percorsi sonori che raccontano Milano nel suo essere città in continua mutazione. Italiani di seconda generazione, nuovi milanesi d’adozione, artisti ed “attori” della produzione musicale milanese restituiscono energia a una città che ha sempre fatto dell’inclusione una risorsa e un suo tratto identitario. Ingresso gratuito su registrazione.

Palazzo Giureconsulti

Palazzo Giureconsulti, in Piazza dei Mercanti 2, ospita numerosi eventi dedicati all’innovazione, al digitale, alla manifattura 4.0: European Commission in collaborazione con Joint Research Centre (JRC) organizza il progetto artistico “Sciart – Arte e Scienza: il concetto di Datami” (14 – 17 marzo, 8.30 – 18.00), in cui artisti e scienziati si confrontano intorno al tema
del Datami, concetto innovativo proposto dal JRC (Commissione Europea) e guidano il pubblico attraverso progetti di arte e scienza ed esperimenti interattivi (Digitranscope) nel tentativo di scoprire e descrivere con un linguaggio nuovo e partecipativo, realtà emergenti nell’era della trasformazione digitale, sempre più capaci di avere un impatto decisivo sulle nostre vite quotidiane. Degna di nota è l’installazione interattiva “Homocopia”, anteprima della mostra Uomo Virtuale. Corpo Mente Cyborg che sarà ospitata a Torino al Mastio della Cittadella dal 19 aprile. A cura dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e Cameranebbia, l’installazione è un’esplorazione scientifica avanzata del corpo umano che permette di guardare internamente attraverso i tessuti osservando i processi molecolari delle singole cellule (14 – 17 marzo, 8.30 – 18.00). Borbonese, una delle più antiche case di moda italiane, partecipa alla Digital Week con un’installazione video multimediale “Borbonese from heritage to future” che mostra come un’azienda del Made in Italy tradizionale possa diventare altamente digitalizzata in tutti i suoi processi dal design, alla produzione, al retail e alla comunicazione (14 -17 marzo, 8.30 – 10.00). Con riferimento al tema della manifattura 4.0 SENAF organizza la conferenza “Scenari industria 4.0. Preview MECSPE” durante la quale verranno presentati scenari di mercato, trend e le maggiori novità in campo tecnologico applicate alla manifattura che verranno presentate alla prossima edizione di MECSPE, la più grande manifestazione italiana della manifattura 4.0 (14 marzo, 11.00 – 13.00). Con tema sicurezza dei dati CISCO organizza la conferenza “La sicurezza urbana e cyber: come proteggere i cittadini di Milano” (14 marzo 11.00 – 12.30). Sempre a Palazzo Giureconsulti, nei quattro giorni della Digital Week con IAB Italia e Hublab, si parlerà di E- Mobility, Smart city e intelligenza urbana, Open education, E – health e salute digitale, fake news, unlocking value, democraziona digitale.

Must – Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo Da Vinci 

Per bambini e ragazzi, il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci offre quattro giorni di digitale con attività nei laboratori interattivi, performance multimediali ed esperienze immersive tra Realtà Virtuale, coding, suoni e immagini digitali, robot e stop motion. “I miti del cielo VR” in collaborazione con Sony Interactive Entertainment: un’immersione nel cielo stellato per scoprire i miti che gli antichi greci ci hanno tramandato (14-17 marzo, dalle 10.00 alle 18.00); “Toti submarine VR”, un’avventura interattiva in Realtà Virtuale all’interno della ricostruzione realistica del sottomarino Toti (16-17 marzo dalle 10.00 alle 18.00); “Robot ballerini”: come fanno i robot a decidere cosa fare? Hai mai visto un robot che balla? Mettiti alla prova con le basi del coding e divertiti a programmare una grande festa (16-17 marzo dalle 10.00 alle 18.00); “Storie sonore” un computer, una scheda chiamata Makey Makey, qualche semplice riga di programma e una grande varietà di materiali da costruzione per mettere in scena storie inventate con la fantasia (16-17 marzo dalle 10.00 alle 18.00).

Le Università e l’Accademia di Belle Arti di Brera aprono le porte al pubblico

Alla Milano Digital Week sarà presente la maggior parte del sistema accademico del territorio: Accademia di Belle Arti di Brera, IULM – Libera università di lingue e comunicazione, NABA – Nuova accademia di belle arti, Politecnico di Milano, Università Bocconi, Università Cattolica del Sacro Cuore, Università degli Studi di Milano, Università degli Studi di Milano – Bicocca,che apriranno le loro porte a studenti, giovani creativi, docenti, professionisti e non solo attraverso un fitto programma di workshop, lecture, conferenze, laboratori, installazioni interattive su tematiche trasversali all’innovazione e alla tecnologia applicate nei diversi ambiti.

Progetti speciali ed altri eventi in città

Moltissimi gli appuntamenti diffusi su tutto il territorio cittadino, dai quartieri centrali a quelli periferici con un palinsesto variegato tra conferenze, workshop, laboratori, tavole rotonde, installazioni e mostre.

Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, in collaborazione con Luiss University Press, propone l’incontro “Le persone servono?” con la presenza eccezionale di Jerry Kaplan, scienziato, imprenditore e pioniere della Silicon Valley. L’incontro, con il saluto di Roberta Cocco – Assessore alla Trasformazione Digitale e Servizi civici del Comune di Milano – verterà sul tema dell’intelligenza artificiale e di come si possa far lavorare la tecnologia per le persone e non viceversa (12 marzo, 21.00 – viale Pasubio, 5). RAI – Centro di Produzione TV di Milano per la Digital Week racconta nell’evento “RAI e Intelligenza urbana: dal passato al futuro” come attraverso l’esperienza di grandi eventi quali le dirette dalla Scala, il Giro d’Italia e l’Expo la tecnologia digitale abbia cambiato tutte le attività e professioni e abbia inciso nella realizzazione di programmi e contenuti (13 marzo, 14.30 – 17.30, Corso Sempione 27). Il Museo del Novecento ospita la mostra “Olivetti, una storia di innovazione” che celebra la capacità visionaria che caratterizza la lunga storia di Olivetti. In esposizione una ricca selezione di manifesti tra i più significativi della produzione dell’azienda, una collezione delle locandine pubblicitarie di Giovanni Pintori e di artisti vari tra la fine degli anni ’50 e l’inizio dei ’60 e una raccolta di fotografie uniche (in collaborazione con TIM, 13 marzo – 14 aprile). Alla Fabbrica del Vapore la mostra “Io, Robotto | automi da compagnia” con la curatela di Massimo Triulzi: un percorso espositivo di natura storica e tecnologica (con oltre 90 robot suddivisi in 14 aree tematiche su 700 mq) sulla centralità dell’uomo e sul rapporto tra l’uomo e la macchina (13 – 17 marzo, 10.30 – 19.30).

La mostra-evento “Smart City: People, Technology and Materials” è ideata e organizzata da Material ConneXion Italia in collaborazione con Amundi e curata da Giulio Ceppi: in scena case history, esperienze e progetti presentati dalle aziende partner, accompagnati da un ricco programma di tavole rotonde, seminari, workshop, conferenze ed eventi che mettono a fuoco il tema della “via latina alla smart city”: una città come sistema di relazioni che produce valore, dove la tecnologia è strumento di simbiosi e di empatia (13 marzo – 14 aprile, Superstudio 13). Sei gli appuntamenti della mostra organizzati per la digital week a cura di EdisonEniFondazione Irso CommunityFestival della CrescitaFiner Finance Explorer e Material ConneXion Italia.

E, ancora, sempre tra gli eventi speciali, Il Centro di ricerca IFOM organizza l’incontro “I robot al servizio della ricerca sul cancro”: una visita nel laboratorio CGC di IFOM – centro di ricerca all’avanguardia nel panorama internazionale dove i robot sono al servizio della ricerca sul cancro (14-14 marzo, 15.00 – 16.30, Via Adamello 16). Per quanto concerne il tema della manifattura 4.0, il Comune di Milano – Direzione Economia Urbana e Lavoro in collaborazione con Arduino e Milano Luiss Hub organizza l’evento “Manifattura Milano Camp” nel quale si alternano talk, presentazioni, laboratori, esposizioni e attività interattive con un focus sulle tecnologie open per la manifattura 4.0 (16 marzo, 11 – 18.30, via Massimo D’Azeglio 3). Degna di nota la conferenza “5G – La generazione urbana” (14 marzo, Università Bocconi) nella quale il comparto TLC (Fastweb, TIM, Vodafone e Wind Tre) illustreranno le rivoluzionarie potenzialità del 5G e l’impatto sui cittadini e sulla società. Sempre in Bocconi, IAB Italia organizza la conferenza “Etica e digitale. Il ruolo dell’Europa” con l’intervento di Ivana Bartoletti, Head of Privacy and Data Protection di Gemserv la quale sostiene che la tecnologia non governata si trasforma in uno strumento limitante capace di creare un mondo peggiore dell’attuale. Imprescindibile, per Bartoletti, un approccio multidisciplinare per governare il cambiamento in atto (14 marzo, 16.30).

ATM apre le porte per visite guidate alle control room per scoprire il dietro le quinte del trasporto pubblico e conoscere le persone che ogni giorno e ogni notte lavorano per la mobilità di Milano.

Non manca, nel programma, un’occasione di sport e socialità per tutti gli appassionati della corsa: “Milano Digital Run” a cura di Endu (17 marzo, 8.30 – 13.00) con il lancio dell’app Garmin pay.  AIM lancia il progetto “In rete senza rete”, serie di incontri formativi che si terranno nelle associazioni, nei centri di aggregazione sociale e nelle scuole del Municipio 6 per sensibilizzare e formare sui rischi della vita virtuale. Sono lezioni gratuite, tenute da studenti dello IULM formati da AIM che si rivolgono a tutti i cittadini (ragazzi, genitori, nonni) che desiderano acquisire consapevolezza dei rischi di un uso non appropriato di internet. (13 marzo alle 18,30 presso la ex Fornace Gola). Venerdì 15 marzo, presso Palazzo Giureconsulti, Adecco Group lancia Phyd, la piattaforma online basata sul Cloud Computing e sulle tecnologie di intelligenza artificiale di Microsoft, utile per comprendere il livello di occupabilità e in grado di aiutare chiunque vi acceda a orientarsi nel percorso formativo professionale e personale, sviluppando nuove competenze e aggiornando quelle già acquisite.

Il Book Pride

Book Pride è la Fiera Nazionale dell’editoria indipendente che, in collaborazione con la Milano Digital Week offrirà, arriva per la prima volta alla Fabbrica del Vapore, un palinsesto di incontri dal titolo “Umano/Urbano. I sentieri del desiderio” per ragionare sui modi in cui l’intelligenza urbana e il desiderio umano costruiscono legami esplorando e di continuo reinventando quel complesso organismo – spazio ma anche tempo, relazioni, comunicazioni, trasformazioni – che è una città. Il tema scelto per l’edizione 2019 di Book Pride è Ogni desiderio: il desiderio di scrivere un libro, il desiderio di pubblicarlo, il desiderio di leggerlo. Tra gli incontri in programma: “La Milano del Futuro” (15 marzo ore 18.00, Sala Giorgio Scerbanenco) a cura di RivistaStudio, una disamina sulla Milano di oggi e su come i cittadini vorrebbero la Milano del futuro. Uno sguardo al mondo dei più giovani verrà affrontato con la presentazione del libro “Il ritiro sociale negli adolescenti. La solitudine di una generazione iperconnessa”, a cura di Raffaello Cortina editore e con la presenza di Luigi Zoja. Un’analisi dei comportamenti come cyberbullismo, sexting, gioco d’azzardo e soprattutto il ritiro sociale (16 marzo ore 16.00, Sala Eliot). E, ancora, spazio all’intelligenza artificiale con il volume “La nostra invenzione finale” di James Barrat che si interroga su cosa accadrebbe se i sistemi artificiali fossero in grado di sopravvivere senza l’aiuto dell’uomo.

Eventi dedicati ai nuovi servizi offerti dal 5G

Le potenzialità dei nuovi servizi 5G verranno approfonditi con eventi organizzati dagli operatori di telefonia, Tim, Wind Tre e Vodafone, oltre che in luoghi della ricerca e nelle università. Fastweb, in occasione della Digital Week, mostrerà il proprio Data Center di ultima generazione agli appassionati di tecnologia e organizzerà incontri divulgativi su soluzioni intelligenti per i servizi urbani, Big Data, 5G e applicazioni della Blockchain. Tim propone un ricco programma di appuntamenti tra i quali spiccano gli incontri per illustrare le potenzialità del 5G attraverso demo live di servizi evoluti per le Smart City che si terranno il 14 marzo (dalle 14.30 alle 17.30) e il 15 marzo (dalle 10.30 alle 13.30) presso il TIM WCAP di Via Magolfa. Vodafone offrirà ai cittadini la possibilità di scoprire tutti i vantaggi che il 5G porterà nella vita quotidiana delle persone attraverso demo interattive disponibili il 14 e il 15 marzo presso il Politecnico di Milano (dalle 10.00 alle 18.00) e il 16 e il 17 marzo in Piazza XXIV Maggio (dalle 9.00 alle 18.00); inoltre, al Vodafone Village, si terranno due eventi all’insegna della cultura digitale, con un talk (15 marzo) dedicato ai Vodafone Analytics e all’IOT, e una giornata sul gaming (17 marzo) per approfondire il mondo dei videogiochi. Wind Tre offrirà un confronto aperto su futuro, innovazione, 5G, trasformazione digitale: esperti di tecnologia e non solo racconteranno quanto in profondità le nostre realtà e i modi di comunicare stiano cambiando:15 marzo (dalle 10.00 alle 20.00) al Milano Luiss Hub. Banco BPM in collaborazione con Paolo Iabichino Aka Iabicus organizza la tavola rotonda “Voice everywhere: il futuro è nei comandi vocali?” sul tema dell’interazione sempre più consolidata tra intelligenza artificiale e machine learning (14 marzo, 10.00 – 13.00, auditorium Banco BPM via Massaua, 6). A2A organizza “Lora&the city: make a (sexy) sense of sensors”, un hackathon realizzato con il supporto organizzativo di Codemotion, con il supporto tecnologico di Arduino, in partnership con Bosch allo scopo di rendere ancora più smart la città di Milano (16 e 17 marzo, 9.30 – 18.00 – Casa dell’Energia, Piazza Po). E, ancora, Teamsystem con l’evento “Talks2019” (13 e 14 marzo, Superstudio Più) offrirà un approfondimento sul digitale e su tutti gli strumenti messi in campo da TeamSystem per aiutare le aziende nella gestione e nell’interpretazione dei dati, garantendo l’interconnessione con tutte le filiere di riferimento.

La grande festa della Milano Digital Week

Sabato 16 marzo, dalle 22.00, il segnale in diretta dalla Torre Branca si sposterà al Salone d’Onore di Triennale Milano per una grande festa aperta alla città con musica dal vivo e dj set. La serata è organizzata in collaborazione con Phyd (registrazione obbligatoria).
Info utili: Programma completo consultabile su: www.milanodigitalweek.com

 

Milano Digital Week 2019 - Bildschirmfoto

Bildschirmfoto + kachel: le Interfacce del Presente.

Milano Digital Week 2019 - SEA progetto Delfino

SEA: progetto Delfino.

Milano Digital Week 2019 - kachel 12

Kachel 12