Jasper Morrison – Cappellini, 30 anni di prodotti: a Milano i risultati di una collaborazione lunga e fruttuosa

A Milano, ai Bastioni di Porta Nuova, fino al 31 gennaio trent’anni di prodotti Cappellini firmati Jasper Morrison.
Architetto Marcella Ottolenghi
A cura di Architetto Marcella Ottolenghi
Pubblicato il 15/11/2018 Aggiornato il 15/11/2018
Jasper Morrison – Cappellini, 30 anni di prodotti: a Milano i risultati di una collaborazione lunga e fruttuosa

Dopo Londra, arriva a Milano nello spazio Cappellini ai Bastioni di Porta Nuova l’esposizione Jasper Morrison – Cappellini, 30 anni di prodotti: una carrellata monografica sul lungo sodalizio tra il designer inglese e l’azienda, aperta al pubblico fino al 31 gennaio 2019.

Tutto prende inizio nel 1988, con la Thinking Man’s Chair, poltrona da esterni di metallo entrata nell’immaginario comune per le curve sinuose della struttura, che si allunga inaspettatamente sul retro della seduta, e per i braccioli con piccolo piano rotondo portabicchiere. Poi la storia del percorso comune di Morrison, Giulio Cappellini e l’azienda brianzola viene scandita regolarmente da prodotti basati sulla ricerca formale e materica, diventati long seller del marchio ed entrati nella storia del design contemporaneo. La poltroncina Low Pad, i vasi 3 Green Bottles, il divano Three Sofa De Luxe, la sedia impilabile Tate, la sedia con braccioli Bac, il tavolo Simplon… Fino all’ultima realizzazione, la poltroncina O Cap di quest’anno, terza variante – con scocca in cuoio a taglio vivo su base girevole a razze di alluminio – di una serie fortunata nata nel 2013. Un dialogo costante che ha contribuito all’affermazione internazionale di Cappellini – diversi pezzi di Morrison arredano musei, uffici, alberghi e aeroporti di tutto il mondo –, oltre che alla sua crescita culturale.

Gli arredi sono così i veri protagonisti dell’esposizione, organizzati secondo un layout volutamente molto semplice, sia nei percorsi sia nei supporti informativi: spazio visivamente aperto e luminoso, pedane e pannelli di legno naturale, informazioni essenziali e chiare. In linea con il manifesto Super Normal dedicato una decina di anni fa dallo stesso Jasper Morrison (con Naoto Fukasawa) a una delle qualità imprescindibili del progetto di un oggetto di design: la “super normalità”, ovvero il ritorno all’attenzione per l’utilizzo delle cose e l’impatto che esse hanno nella nostra vita. «Si tratta – cercava ai tempi di spiegare in una intervista il designer inglese – di una sensazione che oltrepassa il semplice vedere, e si addentra in un’area più interessante dell’usare e del fare esperienza».

In sintesi
  • Che cosa: Jasper Morrison – Cappellini, 30 anni di prodotti
  • Dove: Cappellini Point, Bastioni di Porta Nuova 9 Milano
  • Quando: fino al 31 gennaio 2019
  • Info: ingresso libero, dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore
Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!