Mercanteinfiera 2022: torna a marzo l’appuntamento con l’antiquariato, il design storico e il collezionismo

Mercanteinfiera, l’appuntamento di Fiere di Parma dedicato ad antiquariato, collezionismo vintage e design storico, tornerà dal 12 al 20 Marzo 2022. Due le mostre collaterali in programma al padiglione n. 4.
Alessandra Caparello
A cura di Alessandra Caparello
Pubblicato il 22/02/2022 Aggiornato il 22/02/2022
mercanteinfiera

Torna dal 12 al 20 marzo 2022 Mercanteinfiera, l’appuntamento di antiquariato, design storico e collezionismo vintage di Fiere di Parma. Ad inaugurare l’edizione primaverile saranno due mostre collaterali in programma al Padiglione 4 dal titolo “Partivano i bastimenti. Home sweet home America” e “Olivetti #StoriadiInnovazione”.

A Mercanteinfiera, vera e propria città antiquaria, sono presenti più di mille espositori, provenienti da tutte le piazze antiquarie europee, ed esibiscono le proprie scoperte a decine di migliaia di visitatori professionali, collezionisti e cultori della memoria.

Poltroncina Mercanteinfiera disegnata da Jordan Mozer per il Club Cypress di San Francisco, mai entrata in produzione

Poltroncina disegnata da Jordan Mozer per il Club Cypress di San Francisco, mai
entrata in produzione

DivanoDivano in fibra di vetro ed eco-pelliccia di Gio Vanetti per Superstudio, 1968. A Mercanteinfiera alla fiera di Parma

Divano in fibra di vetro ed eco-pelliccia di Gio Vanetti per Superstudio, 1968

Mercanteinfiera si conferma anche quest’anno un mix perfetto tra antiquariato, design d’autore e collezionismo vintage, che sono ancora gli indiscussi marchi di fabbrica di Mercanteinfiera: in 40 mila mq di superficie espositiva e quattro padiglioni sfilerà tutta la storia dell’arte dal ‘600 al 900, dal Barocco al Classicismo, dal Romanticismo al Realismo all’Art Decò fino a sconfinare nel mondo delle rarità dove non è inusuale trovare accanto a un antico orologio Cartel del 1800 firmato da Antoine Thiout Paris e poi le grandi griffe dell’orologeria (Rolex, Patek Philippe, Audemars Piguet, IWC ecc…), della moda vintage e del design storico: Gio Ponti, Colombo, Fornasetti, Arne Jacobsen, Gio Vanetti o Gaetano Pesce. Oggetti iconici del passato espressione di grandi avventure ideative e produttive che sono entrate nelle nostre case trasformandole.

Antica clessidra appartenuta a Cesare Romiti in mostra a Mercanteinfiera

Antica clessidra appartenuta a Cesare Romiti in mostra a Mercanteinfiera

Le mostre collaterali

Passando alle collaterali, la mostra “Partivano i bastimenti. Home sweet home America” è curata da Massimo Cutò, giornalista e collezionista, e racconta il viaggio dei migranti italiani che ai primi del ‘900 si imbarcavano per l’America con le grandi compagnie – Navigazione generale italiana, Lloyd Italiano, Fabre Line, solo per citarne alcune.

La mostra prevede tre sezioni: il fenomeno emigrazione, le navi e la traversata. Si va dai poster delle eleganti navi fumiganti spediti mensilmente alle curie e agli uffici comunali che  pubblicizzavano le nuove rotte, alle réclame dei prodotti italiani già simbolo di un pionieristico “Made in Italy”; dalle suggestive foto di famiglia incorniciate tra le due bandiere a suggello dell’integrazione nel Nuovo Mondo, allo sgabello da sciuscià, lustrascarpe, umile destino di molti italiani macaroni (termine popolare con quale venivano chiamati gli italiani). E poi coccarde, le temutissime schede sanitarie di Ellis Island che decretavano l’inizio o la fine del sogno e le musiche malinconiche per una patria ormai lontana.

Olivetti #StoriadiInnovazione” è invece il titolo della mostra realizzata in collaborazione con l’Associazione Archivio Storico Olivetti di Ivrea. Un percorso distinto in tre tappe – macchine da scrivere, macchine da calcolo, pc stampanti e registratori di cassa – che vuole essere una riflessione sul concetto di design secondo Adriano Olivetti: non soltanto una cipria da mettere sopra il prodotto per vendere di più, quanto metafora di responsabilità verso l’ambiente, la gente, verso il destino del prodotto e della società.

In esposizione si potranno così trovare i modelli M40 e Lettera 22, la macchina da scrivere portatile che ha conquistato grandi giornalisti e scrittori da Indro Montanelli a Oriana Fallaci, da Enzo Biagi a Ernest Hemingway. E poi la Olivetti Valentine nata nel 1968 dal progetto di Ettore Sottsass e Perry A.King, le macchine da calcolo Divisumma 24 e 18, Summa 19 e Programma 101 il calcolatore da tavolo ritenuto da una parte della storiografia informatica il primo vero personal computer della storia.

L'iconica macchina per scrivere Lettera 22 a Mercanteinfiera

L’iconica macchina per scrivere Lettera 22

Info in sintesi per Mercanteinfiera 2022, edizione di primavera

  • Che cosa: Mercanteinfiera 2022
  • Dove: Fiere di Parma
  • Quando: dal 12 al 20 Marzo 2022; orario dalle 10:00 alle 19:00
  • Biglietti: ingresso online/intero a 12 euro; ridotto per architetti con tesserino a 8 euro; ragazzi fino a 14 anni gratuito. 
  • Misure di sicurezza anti Covid-19: per l’accesso al quartiere fieristico occorre il possesso di Certificazione Verde Europea CV19 cosiddetta “rafforzata”, rilasciata con ciclo vaccinale in corso di validità o certificato di avvenuta guarigione da esibire dal proprio smartphone o in formato cartaceo in lingua italiana o inglese. L’accesso non è consentito con la certificazione Verde C19 “base” (tampone effettuato in farmacia o laboratori di analisi).  La certificazione non è richiesta per i minori di 12 anni non compiuti. Obbligatorio l’uso della mascherina FPP2 durante tutte le manifestazioni.
  • Info: www.mercanteinfiera.it
Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 5 / 5, basato su 1 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!