Triennale di Milano: ad Expo la mostra City after the city

In occasione della XXI Esposizione Internazionale della Triennale di Milano, dal 27 maggio fino al 30 settembre 2016, l’area di Expo ospita la mostra dal titolo “City after the city”. Al centro della riflessione sul futuro dell’urbanistica del XXI secolo, l’idea che la città debba oltrepassare la combinazione di valori e motivazione che la costituiscono attualmente.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 26/05/2016 Aggiornato il 26/05/2016
Triennale di Milano: ad Expo la mostra City after the city

In occasione della XXI Esposizione Internazionale della Triennale di Milano, presso l’area di Expo Milano 2015, verrà inaugurata venerdì 27 maggio e terminerà il 30 settembre 2016 la mostra dal titolo City after the city.

City after the city mette al centro della riflessione sul futuro dell’urbanistica del XXI secolo l’idea che la città debba oltrepassare la combinazione di valori e motivazione che la costituiscono attualmente. Il racconto delle pulsioni presenti nella città contemporanea viene articolato nella sequenza di cinque mostre il cui tema narrativo principale riguarda proprio i sintomi dell’oltrepassamento della città attuale impiegando dispositivi multisensoriali e spaziali che tentano di immergere i visitatori in una sorta di realtà aumentata. È nei due padiglioni del sito Expo, dinanzi la piazza di ingresso al Cardo dalla passerella di Cascina Merlata, che verrà allestito l’ambiente di City after the city con le mostre “Lanscape Urbanism” che metta in scena l’aspirazione a uno sconfinamento della città nella natura percorrendo gli immaginari urbani del XXI secolo, “Urban orchard” che mette in mostra l’immagine contemporanea dei movimenti degli orti urbani, un fenomeno globale che si concretizza in progetti e interventi artistici nello spazio pubblico e nella sfera domestica, nel centro storico e ai margini della città e oltre alla produzione di cibo o all’impatto paesaggistico si rivelano utili strumenti per affrontare aspetti diversi della crisi economica, energetica, ma anche climatica e sociale.

“Expanded Housing” è la mostra allestita presso City after the city formata da una serie di prodotti d’arredo di varia scala e natura, di aziende italiane e internazionali. I pezzi sono stati selezionati per la loro vocazione/valore e la loro capacità di generare spazio al di là della loro collocazione in ambienti, stanze, realtà domestiche precostituite, arredi “di produzione” che arrivano sul mercato per essere acquistabili e utilizzabili da ogni visitatori. Presenti in mostra anche alcuni pezzi storici, di Joe Colombo e Bruno Munari, ancora presenti sul mercato e come tali testimoni della vitalità di alcuni progetti del design italiani. Le altre due mostre sono “People in Motion” che affronta il tema delle migrazioni e “Street Art” dedicata al fenomeno diffuso nelle metropoli di tutto il mondo, lente privilegiata attraverso cui osservare le dinamiche vitali della città contemporanea. Allestito tra i due padiglioni di Expo in forma di parterre anche il grande orto Planetario.

In sintesi:

  • Dove: Ex sito Expo di Milano 2015, Rho Pero
  • Quando: dal 27 maggio al 30 settembre 2016. Orari: da venerdì alla domenica: dalle 16.00 alle 23.00
  • Info: Ingresso gratuito
Expanded Housing, una delle cinque mostre resenti a City after the City. PANDED HOUSING Studio Makkink & Bey, vouwplaats. © rene van der hulst

Expanded Housing, una delle cinque mostre presenti a City after the City. PANDED HOUSING- Studio Makkink & Bey, vouwplaats. © rene van der hulst

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!