Fuorisalone 2014: la materia è protagonista

I marchi del design realizzano arredi, complementi, rivestimenti e luci utilizzando diversi materiali, dalla plastica al vetro alla ceramica effetto legno, giocando con il colore e con le forme. Rendendoli così protagonisti indiscussi.

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 09/04/2014 Aggiornato il 10/04/2014
Fuorisalone 2014: la materia è protagonista

Come rendere protagonista la materia? È uno degli obiettivi più antichi che il design si è prefissato e che l’edizione 2014 del Fuorisalone ha risolto con differenti suggestioni. Le solide pareti di Marazzi, che partecipa alla mostra The Art of Living alla Triennale di Milano con un’installazione realizzata in collaborazione con l’architetto Paolo Gonzato, spezzano l’andamento rigoroso delle lastre in gres effetto legnoTreverkchic con colori brillanti che reinterpretano lo spazio cucina in volumi leggeri. Anche Teuco è protagonista della mostra in viale Alemagna con la vasca Accademia e il lavabo Milestone monolite che colorano di rosso l’interno bianco della Domestic spa di Alice Ronchi, intervenuta con l’installazione a losanghe Turchino. Persino la luce si fa materia con paralumi trasparenti o colorati, come potete vedere nello spazio milanese di Foscarini, inaugurato in occasione del Fuorisalone 2013 nel distretto di Brera, che espone le lampade da tavolo Yoko, bolle di sapone dall’aspetto evanescente, e le Glass Drop connotate da una superficie lucida e riflettente. Oppure Foscarini spezza i volumi con Spokes, le sospensioni di Vicente Garcia Jimenez e Cinzia Cumini, che guardano alle antiche lanterne orientali, così come alle più domestiche voliere e ai raggi di una ruota da bicicletta, da cui la collezione prende il nome. La lampada contiene la luce che contemporaneamente filtra fuori. Anche le sedute scelgono e combinano insieme queste soluzioni. Per esempio, quelle di TOG (in corso Garibaldi) sono composte da spalliere in materiale plastico teso ma elastico e colorato sopra una struttura trasparente di policarbonato. Calligaris, a Lanza, invece svuota le spalliere della linea Gamera, disegnata da Dondoli e Pocci in una plastica innovativa che permette la massima resistenza e spessori minimi. Spotti, infine, nel distretto di Porta Venezia, presenta la nuova collezione di tessuti per l’arredo e accessori firmata da Raf Simons per Kvadrat. 

Marazzi

Marazzi partecipa alla mostra The Art of Living, dal 8 aprile al 27 aprile presso La Triennale di Milano, con l’ambiente cucina rivestito in ceramica e gres effetto legno e realizzato da Paolo Gonzato.

 

teuco-triennale copia

Teuco è tra gli interpreti del set Domestic spa, un ambiente definito da pareti bianche sulle quali l’artista Alice Ronchi è intervenuta con l’installazione “Turchino”. Una serie di graniglie, realizzate ad hoc per la mostra Art of Living in Triennale, che creano figure geometriche a parete. Rombi dai colori tenui inscritti nel quadrato richiamano il profilo di piccoli pesci che si inseguono e si incontrano, evocando un mondo acquatico ideale. Nell’ambiente sono presenti la vasca Accademia e il lavabo Milestone monolite, firmati da Carlo Colombo, entrambi in Duralight® nella serie colore laccato opaco rosso ciliegia, totem dedicati al mondo del benessere.

 

Calligaris

La gamma Calligaris si arricchisce di tavoli e sedie che abbracciano stili e gusti del vivere moderno, caratterizzate da forme essenziali e leggere. Tra queste, Gamera (nella foto più in alto), la sedia disegnata da Dondoli e Pocci, impilabile e utilizzabile sia all’interno sia in esterno, è disponibile in 7 colori.

 

Foscarini

Nel distretto di Brera, Foscarini espone le lampade da tavolo Yoko, che alla base racchiudono e nascondono la fonte luminosa in due bicchieri di policarbonato traslucido opalino, stampati a iniezione. Il paralume a bolla in pmma è ottenuto con un processo d’inietto-soffiaggio, tecnica molto simile alla lavorazione del vetro soffiato. Spokes, sospensione in tondino di metallo (ultima foto in basso), utilizza luci a led.

 

Garibaldi Tog

In Garibaldi, Tog espone sedute e tavoli realizzati da S+Arck. con una vivace propensione al colore, come la sedia Misa Joy.

 

Porta Venezia, Viale Piave SPotti  Milano

Lo storico showroom milanese Spotti in viale Piave presenta durante la Design Week la collezione Kvadrat / Raf Simons che offre un’alternativa ai tessuti plain comunemente usati nell’arredamento contemporaneo, creando disegni dalla trama ricca meticolosamente realizzati e che conferiscono nuova tattilità alle superfici.

 

Tortona, Temporary Museum Tagina

Il Temporary Museum Tagina in zona Tortona presenta la collezione Déco d’Antan.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!