Open!Studi Aperti: il 24 e 25 maggio gli architetti aprono i loro studi al pubblico

Il 24 e 25 maggio torna Open!Studi Aperti, la terza edizione della manifestazione promossa dal Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, con l’intento di diffondere la cultura architettonica.
Alessandra Caparello
A cura di Alessandra Caparello
Pubblicato il 22/05/2019 Aggiornato il 22/05/2019
Open!

Far conoscere le specializzazioni e gli ambiti in cui operano i singoli studi e stimolare gli stessi architetti a promuovere il proprio lavoro e la propria attività sono gli obiettivi di Open! Studi Aperti. Il 24 e il 25 maggio tantissimi gli architetti che in tutta Italia apriranno le porte dei loro studi, per la manifestazione promossa dal Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori,  giunta alla terza edizione.

Open! Studi Aperti è un’importante manifestazione diffusa di architettura con l’intento di diffondere la cultura architettonica e rinnovare la sensibilità nei confronti dell’ambiente, del paesaggio e dei territori per testimoniare che l’architettura non riguarda solo gli architetti o i costruttori ma, soprattutto, i cittadini in quanto fondamentale per la loro qualità della vita.

Più di 900 gli eventi collegati all’architettura in contemporanea in oltre 90 Province italiane: laboratori urbani per reinterpretare e rivisitare gli spazi pubblici; conferenze con bambini, ragazzi, genitori per progettare la “città desiderata”; attività educative per sensibilizzare alla valorizzazione del patrimonio architettonico e paesaggistico; conferenze sul ruolo e sulla funzione sociale dell’architetto; proiezioni di video e di documentari; performance musicali; conferenze in piazza, visite a palazzi storici; dibattiti con le comunità locali e studi professionali che si trasferiscono in piazza e nelle vie delle città per essere sempre vicini ai cittadini e per decidere insieme il futuro di aree e parti del tessuto urbano. Per Giuseppe Cappochin, Presidente del Consiglio Nazionale “obiettivo degli architetti italiani – ribadito con forza dall’VIII Congresso Nazionale – è quello di innescare e alimentare con continuità un dibattito approfondito su architettura, territori e città, attraverso una discussione pubblica, accendendo un faro su una nuova domanda di architettura, intesa come richiesta di cultura, qualità, trasparenza e legalità. Ed “Open Studi Aperti” è un tassello di questa strategia. Le scelte politiche inerenti l’architettura e il paesaggio intervengono, infatti, nello sviluppo del Paese in termini di sostenibilità ambientale, economica, sociale, culturale; intervengono a contrastare modificazioni climatiche, a favorire la risoluzione di disagi sociali, a sviluppare economie competitive per un miglioramento generale del livello sociale e umano”.

Nelle due giornate ogni studio aderente all’iniziativa presenta la propria attività ai visitatori organizzando a propria discrezione anche piccoli eventi collegati. Ogni singolo studio oltre a presentare il proprio lavoro potrà gestire liberamente un evento che abbia come tema di fondo l’architetto indispensabile. Per info basta andare sul sito https://studiaperti.com/.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 1 / 5, basato su 4 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!